L’Oscar per la miglior sceneggiatura originale è considerato uno tra i premi più importante degli Academy Awards per il suo valore intrinseco, in quanto quella che viene premiata è la creatività e l’originalità che danno vita ad un film.

Questo premio ha poi un significato speciale se si vogliono capire i gusti e le tendenze drammaturgiche del momento storico che si sta vivendo, dunque quali sono le tematiche e gli argomenti che meritano l’interesse e l’attenzione del pubblico contemporaneo.

Nel 2003 accade qualcosa di particolare, dato che gli Academy Awards assegnarono il premio come miglior sceneggiatura a Parla con lei di Almodovar che fu scartato dalla propria commissione nazionale per la categoria Miglior film straniero ( gli preferirono il “piatto” Lunedi al sole di Trueba), dimostrando il valore universale e traversale di questa categoria che tende a premiare le Idee, quelle buone al di là delle mere scelte nazionalistiche e commerciali.

Tra i potenziali candidati agli Oscar 20I6 per la miglior sceneggiatura originale spiccano cinque film molti differenti tra loro e che ruotano intorno a interrogativi interessanti tra passato e presente esplorando il desiderio di cambiamento ma anche una voglia smisurata di tuffarsi in un nostalgico presente. Dalle citazioni cinefili in stile pulp ai moti dell’animo umano con spirito tenero e goliardico, dal biopic sull’american dream allo scandalo dei preti pedofili, fino al ricordo drammatico dell’olocausto. Ma andiamo con ordine e scopriamo quali sono i 5 film favoriti per una candidatura come miglior sceneggiatura originale.

Quentin Tarantino per THE HATEFUL EIGHT

Pete DocterMeg LeFauve,Josh Cooley per INSIDE OUT

Tom McCarthyJosh Singer per SPOTLIGHT

-David O’ Russel per JOY

László Nemes,Clara Royer per SON OF SAUL