Nella categoria miglior attrice non protagonista ai prossimi Oscar, la sfida sarà tra Rooney Mara e Alicia Vikander, nonostante la vittoria “a sopresa” di Kate Winslet per Steve Jobs agli ultimi Golden Globe (dove però le due attrici erano state “dirottate” nella categoria lead actress).

Sia la Mara che la Vikander hanno avuto modo di conquistare il plauso della critica americana, attestandosi come le protagoniste indiscusse dell’Award Season nella categoria supporter femminile che mai come quest’anno è stata molto combattuta, complice l’iniziale previsione che vedeva Jennifer Jason Leigh come la grande favorita per poi essere battuta da Kate Winslet ai Golden Globe.

Le sorprese non sono finite qui dato che nella rosa delle candidate sono state escluse due attrici che meritavano per lo meno la nomination, come Jane Fonda per Youth di Paolo Sorrentino vincendo l’Hollywood Film Awards e Kristen Stewart per Clouds of Sils Maria, vincendo il premio assegnato dai critici di Los Angeles, New York e Boston (anche quelli on line).

Per quanto riguarda i premi assegnati dalla critica americana, vediamo quali riconoscimenti hanno ottenuto le due supporter favorite quest’anno per l’Oscar come miglior attrice non protagonista.

Rooney Mara per la sua interpretazione nel film Carol di Todd Haynes, oltre ad aver già vinto il Prix d’interprétation féminine al Festival di Cannes, ha convinto i critici on line di New York, oltre ad aver conquistato una nomination ai Golden Globe, ai BAFTA, ai SAG Awards, ai Satellite Awards, agli Independent Spirit Awards, e vincendo meritatamente il Dorian Awards, e cioè gli Oscar del cinema Lgbt.

Alicia Vikander invece si è “presentata” quest’anno con ben 2 titoli, entrambi applauditi dalla critica: The Danish Girl e Ex Machina. Nel primo interpreta Gerda Wegener, compagna del pittore Einar Wegener, in arte Lili Elbe, il primo transessuale della storia contemporanea, interpretato dal premio Oscar Eddie Redmayne (candidato quest’anno come lead actor) nel film The Danish Girl. Nel secondo è  Ava, un’intelligenza artificiale tormentata nel film rivelazione di Alex Garland, Ex Machina.

Per il suo ruolo nel film The Danish Girl ha ottenuto una nomination ai Golden Globe, ai BAFTA, ai SAG Awards, ai BIFA, ai Satellite Awards, vincendo l’Hollywood Film Award e il Critic’Choice Movie Awards. Anche se ha ottenuto più riconoscimenti per il film Ex Machina convincendo i critici di Washington, Los Angeles, Phoenix e New York.