I recenti premi cinematografici hanno accorciato le distanze per la corsa agli Oscar nella categoria miglior attrice protagonista tra Brie Larson e Saoirse Ronan.

Infatti se la Larson appariva la superfavorita già dal mese di settembre, tesi confermata dalla vittoria ai National Board of Review per la sua toccante interpretazione in Room, la Ronan si è imposta all’attenzione dei bookmakers grazie a due vittorie importanti, quelle relative alla miglior attrice sia agli Hollywood Film Awards che ai premi assegnati dalla New York Film Critics Circle Awards, grazie alla sua interpretazione nel melodramma Brooklyn.

Se per Brie Larson si tratterebbe della sua prima nominations agli Oscar situazione diversa per Saoirse Ronan che conquisterebbe la sua seconda nomination a 7 anni di distanza da quella come supporter per Espiazione accanto a Keira Knightley.

Rispetto alle previsioni precedenti confermata la possibile nomination per Cate Blanchett, favorita agli Independent Spirit Award, per la sua interpretazione in Carol di Todd Haynes.

Seguono Jennifer Lawrence per Joy con cui potrebbe conquistare la sua quarta nominations agli Oscar dopo averlo vinto come attrice protagonista per Il Lato Positivo, e la veterana Charlotte Rampling per 45 anni, per cui ha già vinto il premio come miglior attrice protagonista all’ultimo Festival di Berlino.

Diminuiscono le possibilità per Carrey Mulligan per il film Suffragette, per Naomi Watts per Demolition ed Emily Blunt per Sicario che finora non hanno ricevuto il plauso della critica.