Ormai la notizia “certa” è che la sfida nella categoria miglior attore sarà tra Leonardo Di Caprio e Michael Fassbender che finora si sono divisi i maggiori premi cinematografici assegnati dalla critica statunitense. Ragion per cui la vera sorpresa non sarà la vittoria di Leonardo Di Caprio, ma la scelta da parte degli Academy della rosa dei candidati di quest’anno.

(Di Caprio era favorito già da settembre, a differenza di due anni fa’, quando tutti “rimasero sorpresi” dalla vittoria di Mattew McConaughey per Dallas Buyer Club, ma diciamolo Di Caprio allora non era favorito, si aveva vinto il Golden Globe, ma quel premio non è più una garanzia come lo era un tempo, perchè è assegnato dalla stampa estera)

Analizzando i premi della critica statunitense finora assegnati possiamo affermare che i due grandi competitor sono Di Caprio che per il suo ruolo in The Revenant di Aleandro Gonzalez Inarritu ha già convinto i critici di Boston e Washington, e Fassbender che per il biopic Steve Jobs di Danny Boyle ha già vinto il Los Angeles Fim Critics Award.

Riguardo gli altri possibili candidati, riflettori puntati su Matt Damon che potrebbe ricevere una nomination all’Oscar come miglior attore protagonista per The Martian di Ridley Scott grazie alla sua vittoria ai National Board of Review.

Seguono tra i possibili candidati Will Smith per Concussion (Zona d’Ombra) e Johnny Deep per Black Mass entrambi vincitori dell’Hollywood Film Awards, che però dovranno cercare di “fare posto” a Eddie Redmayne che interpreta in The Danish Girl il primo transessuale della storia contemporanea, dopo aver vinto l’anno scorso l’Oscar per La teoria del tutto.

Poi viene il “bello” per due motivi. Il primo è relativo alla presenza nella rosa dei candidati del veterano Michael Caine per Youth, finora candidato solo agli European Film Award come miglior attore, ma molto amato dagli Academy. Il secondo è relativo ad una considerazione che emerge dagli altri premi della critica statunitense che hanno assegnato il loro premio a Paul Dano (Love and Mercy), designato come supporter di John Cusack, ma che invece ha vinto il Gotham Independent Film Awards e convinto i critici di Boston e i critici on line di New York come “protagonista”. Senza dimenticare che anche Michael Keaton per Spotlight (considerato come favorito nella categoria supporter) ha vinto il premio come miglior attore protagonista ai New York Film Critics Award.

Attenzione a Geza Rohrig per il film ungherese Son of Saul, stra-favorito nella categoria miglior film straniero, per il quare ruolo è stato designato runner-up ai Los Angeles Film Critics Award

In attesa di conoscere le nominations ai SAG Awards e ai Golden Globe, ecco la lista delle previsioni per la categoria miglior attore protagonista per i prossimi Oscar:

  1. Leonardo Di Caprio (The Revenant)
  2. Michael Fassbender (Steve Jobs)
  3. Matt Damon (The Martian)
  4. Will Smith (Concussion)
  5. Johnny Deep (Black Mass)

6.Eddie Redmayne (The Danish Girl)

7.Michael Caine (Youth)

8.Michael Keaton (Spotlight)

9. Paul Dano (Love and Mercy)

10. Geza Rohrig (Son of Saul)