Presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes, Loving di Jeff Nichols è sicuramente una delle pellicole più attese per la fine del 2016, tanto da essere considerata uno dei titoli di punta dell’Award Season (la stagione dei premi) che precede come ogni anno la Notte degli Oscar.

Osannato dalla critica presente sulla Croisette, Loving è una toccante e struggente storia d’amore che rappresenta un vero e proprio inno all’amore multirazziale. Infatti i due protagonisti (Joel Edgerton) e (Ruth Negga)-entrambi apprezzati per le loro interpretazioni-personificano una comune coppia di sposi formata da Richard e Mildred Loving, divenuta celebre nell’America degli anni ’50 per aver sfidato le leggi della Virginia con un matrimonio interrazziale.

In un momento storico caratterizzato dagli esodi di massa dei profughi siriani nel continente europeo e dalla difficile e sempre aperta questione interrazziale che anima i dibattiti televisivi americani (non ultimo il boicottagio contro gli Oscar 2016), Loving è destinato a smuovere le coscienze sul potere dell’amore come collante tra culture ed etnie differenti.

Fare un film su questa vicenda innesca inevitabilmente una serie di implicazioni storiche e politiche piuttosto ovvie. Perchè quando si parla di temi come razza e parità di diritti , tutti aderiscono ad una piattaforma ideologico preesistente, o si è liberali o conservatori, ma tutto questo non ha niente a che fare con le persone. Loving vuole spiegare proprio questo e cioè che il dibattito politico spesso si dimentica che al centro della storia ci sono delle persone. Per cui Loving ha il merito di non ridursi ad un dramma giudiziario, ma ad un film su due persone che si amano semplicemente.

download (1)

In siffatto contesto Loving può essere la risposta migliore dell’Academy alle polemiche scatenate la scorsa edizione per l’assenza di candidati di colore nelle cinquine degli Oscar. Un film in cui l’amore è sinonimo di “inclusione” per usare le parole del presidente degli Academy Awards che dichiarò durante la Notte Degli Oscar :”quello che faremo è lavorare per dare più spazio a tutte le etnie e le culture differenti….in modo che a trionfare sia l’inclusione”