Gli Hollywood Film Awards (HFA), gli importanti riconoscimenti assegnati dalla community hollywoodiana ai protagonisti del panorama cinematografico del 2016, stanno per aprire ufficialmente l’Award Season (la stagione dei premi) che condurrà alla fatidica Notte degli Oscar.

L’anno scorso i vincitori di 6 categorie (miglior attrice non protagonista, miglior sceneggiatura, miglior film d’animazione, miglior scenografia, miglior trucco e acconciatura, miglior documentario) sono stati poi confermati agli Oscar dimostrando che questo premio getta le basi di quelli che saranno poi i verdetti degli Academy Award.

sully

In attesa di conoscere i vincitori delle 26 categorie, possiamo anticiparvi che un premio sarà assegnato a Tom Hanks come miglior attore per il film Sully di Clint Eastwood in cui interpreta “Sully” Sullenberger, che planò sul fiume Hudson con il velivolo U.S. Airways Flight 1549 nel gennaio del 2009, salvando tutti i passeggeri che erano a bordo: 155 persone. Sully venne da subito acclamato come un eroe, intervistato dai media e applaudito nelle trasmissioni televisive ma un’indagine rischiò di distruggere per sempre la sua reputazione e la sua carriera nel mondo dell’aviazione.(Una trama che ricorda per molti aspetti Flight di Robert Zemeckis con Denzel Washington)

Questa vittoria agli Hollywood Film Awards “consente” ad Hanks di entrare di diritto nella rosa dei papabili attori in lizza per una nomination come miglior attore protagonista ai prossimi Oscar. Per Tom si tratterebbe della sua 6a candidatura dopo averlo vinto per due anni consecutivi (Philadelphia e Forrest Gump) uguagliando il record di Spencer Tracy che vinse anche lui 2 Oscar consecutivi sia nel 1938 con Capitani Coraggiosi e sia nel 1939 con La città dei ragazzi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra gli Hollywood Film Awards già annunciati spiccano l’Hollywood Animation Award vinto dalla pellicola Zootropolis, l’Hollywood Blockbuster Award vinto da Il libro della giungla e il premio alla Carriera che sarà assegnato all’attore Eddie Murphy.