Sulla base dei premi finora assegnati durante l’Award Season (DGA Awards, BAFTA, Golden GlobeGotham Independent Film Awards,National Board of ReviewNew York Film Critic Awards, Washington Film Critics Awards,Los Angeles Film Critics Awards,Atlanta Film Critics Society Awards-Boston On Line Film Critics Awards,New York On Line Film Critics Awards,San Francisco Film Critics Awards, Toronto Film Critics Association, Critics’ Choice Movie Awards, Boston Society of Film Critics, Dallas-Fort Worth Film Critics,San Diego Film Critics Awards, i Chicago Film Critics Awards, i Kansas City Film Critics Awards, i Las Vegas Film Critics Society Awards, i Phoenix Critics Circle Awards,i St. Louis Film Critics Awards, il Detroit Film Critics Award, lIndiana Film Journalists Award, l’Utah Film Critics Award, il Phoenix Film Critics Awardl’Online Film Critics Society Award il Southeastern Film Critics Award, il Vancouver Film Critics Award, il Nevada Film Critics Award, il Florida Film Critics Award, l’Austin Film Critics Award, il North Texas Film Critics Award, il North Carolina Film Critics Award, l’Oklahoma Film Critics Award,gli Online Film Critics Society Awards, il Central Ohio Film Critics Award, il Seattle Film Critics Award, Houston Film Critics Award, il National Society of Film Critics Award, il Georgia Film Critics Award, il Denver Film Critics Award, l’Iowa Film Critics Award, gli Independent Spirit Awardssi delineano le previsioni sul nome del miglior regista che vincerà l’Oscar 2017 (la classifica viene aggiornata dopo ogni premio assegnato):

1.DAMIEN CHAZELLE (LA LA LAND): l’enfant prodige del cinema americano parte favorito per gli Oscar 2017 nella categoria miglior regia (e’stato candidato nel 2015 per la miglior sceneggiatura non originale del meraviglioso Whiplash) grazie al DGA Award, al BAFTA, al Golden Globe e ai numerosi riconoscimenti assegnati dalla critica americana (18) come il Critics’ Choice Movie Award, il Washington Film Critics Award, l’Atlanta Film Critics Award, il Boston Film Critics Award, il Las Vegas Film Critics Award, il St.Louis Film Critics Award, l’Indiana Film Critics Award, il Phoenix Circle Award, il Detroit Film Critics Award, il Southeastern Film Critics Award oltre ad aver convinto i critici di Phoenix, Florida, North Texas, North Carolina, Oklahoma, Central Ohio, Houston, Georgia, Iowa e quelli on line di Boston. 

2.BARRY JENKINS (MOONLIGHT): grazie al suo incredibile lavoro in Moonlight (uno dei film rivelazione dell’Award Season), Barry Jenkins ha conquistato la prima nomination della sua carriera dopo aver ottenuto per questo film numerosi riconoscimenti (14): dal National Board of Review al New York Film Critics Award, dal Los Angeles Film Critics Award al San Francisco Film Critics Award, dal Chicago Film Critics Award al Phoenix Circle Award, fino all’Independent Film Spirit Award. Oltretutto Jenkins ha convinto i critici dello Utah, di Austin, dello Southeastern, di Seattle e quelli on line di New York, vincendo anche l’On Line Film Critics Society Award, il National Society of Film Critics Award, il Denver Film Critics Awards. Ha ottenuto una nomination ai Golden Globe, ai DGA Awards anche se e’ stato snobbato dai BAFTA

3.KENNETH LONERGAN (MANCHESTER BY THE SEA): noto sceneggiatore americano (Gangs of New York) ha conquistato la sua prima nomination all’Oscar come miglior regista grazie al suo lavoro in Manchester by the Sea per il quale film ha vinto il Kansas Film Critics Award, il Satellite Award e il Vancouver Film Critics Award. Ha ottenuto la nomination ai Golden Globe, ai BAFTA, ai DGA Awards.

4.DENIS VILLENEUVE (ARRIVAL): grazie alla nomination conquistata ai BAFTA e ai DGA Awards come miglior regista, Denis Villeneuve ha meritatamente ricevuto una candidatura agli Oscar nella medesima categoria per il film Arrival. Attualmente questo regista canadese ha al suo attivo una nomination agli Oscar nella categoria miglior film straniero ottenuta nel 2010 per la pellicola La donna che canta. 

5.MEL GIBSON (HACKSAW RIDGE): forte della sua vittoria agli AACTA Awards (gli Oscar Australiani) e dell’Hollywood Film Award come miglior regista ma soprattutto della nomination ai Golden Globe, Mel Gibson ha conquistato la sua 2a nomination agli Oscar per il film Hacksaw Ridge, dopo aver vinto la statuetta nel 1996 per Braveheart. Con la sua esclusione ai BAFTA e ai DGA Awards le sue quotazioni sembravano in ribasso, ma poi alla fine è riuscito ad ottenere la nomination agli Oscar 2017.

————————————————————————–

ESCLUSI DALLE NOMINATIONS NELLA CATEGORIA COME MIGLIOR REGISTA:

6.GARTH DAVIS (LION): la sua “inattesa” candidatura ai DGA Awards ha ovviamente aumentato le sue effettive possibilità di ricevere la sua prima nomination agli Oscar nella categoria miglior regista, ma poi il suo nome non è comparso nella cinquina dei candidati agli Oscar 207, confermando il giudizio della stampa estera che lo aveva escluso dai Golden Globe.

7.TOM FORD (ANIMALI NOTTURNI): grazie alla sua nomination come miglior regista ai Golden Globe e all’Hollywood Film Award vinto per il suo suggestivo lavoro in Animali Notturni, il noto stilista Tom Ford poteva conquistare la sua prima nomination agli Oscar. Con la sua esclusione ai DGA Awards ha perso quota nonostante la nomination ai BAFTA, finendo fuori dalla cinquina degli Oscar 2017

8.DAVID MACKENZIE (HELL OR HIGH WATER): grazie a due importanti riconoscimenti come il Nevada Film Critics Award e il San Diego Film Critics Award, Mackenzie aveva buone possibilità di conquistare la sua prima nomination agli Oscar per il film rivelazione Hell Or High Water, ma con la sua esclusione sia ai BAFTA che ai Golden Globe che ai DGA Awards le sue speranze si sono infrante ed infatti è stato escluso dagli Oscar 2017.