Dopo aver conquistato l’Oscar nel 2017 come Miglior cortometraggio documentario con The White Helmets, Netflix “ci riprova” ampliando il proprio raggio d’azione e dunque estendendo i propri sforzi produttivi al mondo del cinema, puntando tutto (o quasi) sull’atteso film di Dee Rees, Mudbound. 

La pellicola, presentata in anteprima al Sundance Film Festival, è l’adattamento cinematografico del romanzo Fiori nel fango di Hillary Jordan e vede tra i protagonisti la candidata all’Oscar Carey MulliganGarrett Hedlund, Jason Clarke, Jason Mitchell e la cantante Mary J. Blige (quest’ultima in particolare quotata per una candidatura all’Oscar come miglior attrice non protagonista)

La trama di questo appassionante dramma rurale è ambientato tra le campagne degli Stati Uniti meridionali durante la Seconda Guerra Mondiale. Al centro di questa epica storia ci sono due famiglie, messe l’una contro l’altra dalle rigide regole della gerarchia dei campi eppure così strettamente legate dalla terra che lavorano. In Mudbound va in scena una “guerra” : da un lato le vicende della famiglia McAllan, che si è da poco trasferita e non è preparata alle difficoltà della vita di campagna e dall’altro i Jackson, la famiglia di mezzadri che hanno lavorato la terra per intere generazioni. Le rigide barriere sociali mettono a dura prova le rispettiva umanità. A rendere ancora più complessa la trama si metteranno due membri delle rispettive famiglie i quali proveranno a stringere un’amicizia che verrà però ostacolata dell’imperante razzismo che vige in Mississippi.

 

Riflettori puntati su Dee Rees che per questo film potrebbe ottenere la sua prima nomination all’Oscar come miglior regista dopo aver collezionato numerosi premi per la sua breve ma intensa carriera cinematografica ma soprattutto televisiva: dal Gotham Awards come miglior regista rivelazione per il film Pariah (a cui è seguito il John Cassavetes Award e il Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival) al DGA Award come Outstanding Directing per la miniserie di successo Bessie.