Per scoprire quali attrici saranno candidati agli Oscar 2019 nella categoria miglior attrice bisogna seguire l’andamento dell’Award Season, e cioè la stagione dei premi che ogni anno anticipa i gusti e le tendenze degli Academy Awards, comunemente chiamati Oscar. Tali previsioni vengono elaborate incrociando i verdetti dei principali festival cinematografici (Venezia, Cannes, Telluride, Toronto), con i vincitori dei Gotham Awards, degli Hollywood Film Awards, dei National Board of Review, dei British Independent Film Awards, dei Satellite Awards, dei National Society of Film Critics Awards, dei Golden Globe, dei Critics Choice Awards e di oltre 50 premi assegnati dalle associazioni dei critici americani. A cui si aggiungono le nomination agli Spirit Awards, ai SAG Awards, ai BAFTA.

Quali sono le attrici che hanno più chance di entrare nella corsa agli Oscar 2019 nella categoria lead actress?

1 – Glenn Close (The Wife): questa è la settima occasione per gli Academy di premiare una delle più talentuose attrici americane molto spesso ignorata dall’Award Season, stiamo parlando di Glenn Close che grazie alla sua interpretazione nel film The Wife potrebbe conquistare la sua 7a nomination agli Oscar senza averlo ancora mai vinto (che scandalo!). Questa volta le “condizioni” per conquistare l’ambita statuetta ci sono tutte non solo perché è “arrivato” il momento di premiarla (avrebbe dovuto vincerlo nel 1989 con la sua straordinaria interpretazione nel film Le relazioni pericolose ma anche per il contributo offerto nel film The Wife in cui interpreta una donna pronta a tutto pur di riprendersi ciò che suo marito e quindi la società maschilista che rappresenta le hanno sottratto. Una vera e propria sfida, un viaggio di emancipazione e riscoperta, una celebrazione della forza e della grandezza di tutte le donne. Ha al suo attivo l’Hollywood Film Award, il Satellite Award, il Golden Globe, il Critics Choice Award, il New Mexico Film Critics Association Award, il San Diego Film Critics Society Award come miglior attrice, oltre ad una nomination ai Gotham Awards, agli Independent Spirit Awards, ai SAG Awards, ai BAFTA

glenn close the wife

2- Olivia Colman (La Favorita): nell’attesa di vederla vestire i panni della regina Elisabetta nella terza stagione della fortunata serie tv The Crown, Olivia Colman potrebbe finalmente conquistare la prima nomination della sua prestigiosa carriera grazie alla sua interpretazione nell’ultimo film del geniale regista greco Yorgos Lanthimos dal titolo The Favourite. Per questo film ha già ottenuto la Coppa Volpi come miglior attrice all’ultimo Festival di Venezia. Nella pellicola che vede come co-protagoniste i premi Oscar Rachel Weisz e Emma Stone, la Colman interpreta la Regina Anna, la quale preoccupata per la guerra con la Francia, diventa involontaria spettatrice delle lotte di potere tra le “favorite” della sua corte. Insieme alle altre due protagoniste ha vinto il Gotham Jury Award, un premio speciale assegnato alle loro incredibili interpretazioni. Ha al suo attivo una nomination ai SAG Awards, ai BAFTA oltre ad aver vinto il Satellite Award, il Golden Globe, il Critics’ Choice Award, il British Independent Film Award, l’Atlanta Film Critics Circle Award, il Toronto Film Critics Association Award, il Los Angeles Film Critics Association Award, il National Society of Film Critics Award, l’Online Association of Female Film Critics Award, il Kansas City Film Critics Circle Award, il Dallas Fort-Worth Film Critics Association Award, il Vancouver Film Critics Society Award, il Southeastern Film Critics Association Award, il North Carolina Film Critics Association Award, il Columbus Film Critics Association Award, lo Iowa Film Critics Association Award, il Austin Film Critics Association Award, il Denver Film Critics Society Award.

cropped-landscape-1531161660-olivia-colman-the-favourite.jpg

3 – Lady Gaga (A Star Is Born): grazie alla sua interpretazione nel remake del film E’ nata una stella, la pop star americana Lady Gaga potrebbe conquistare la prima nomination agli Oscar della sua carriera. Prima di lei per questo film che ha avuto già 3 versioni, Janet Gaynor e Judy Garland hanno provato a vincere l’Oscar per lo stesso ruolo dopo aver ottenuto la nomination come miglior attrice. Alla fine solo la Streisand nel ’77 riuscì a vincerlo ma per la canzone portante del film dal titolo “Evergreen”. Per questo film Lady Gaga ha al suo attivo una nomination agli Hollywood Music in Media Awards per la miglior canzone originale dal titolo Shallow, 2 nomination ai Satellite Awards (miglior attrice, miglior canzone originale). Per la categoria miglior attrice ha ottenuto la candidatura ai SAG Awards, ai BAFTA e vinto il Critics’ Choice Award, il National Board of Review, il Las Vegas Film Critics Society Award, Washington Film DC Area Critics Association Award, il Phoenix Film Critics Society Award.

DgTxAG6WAAE4r75

4 – Melissa McCarthy (Can You Ever Forgive Me?): grazie alla sua interpretazione nel biopic Can You Ever Forgive Me? la McCarthy potrebbe conquistare la 2 nomination della sua carriera (la prima come miglior attrice) dopo aver ottenuto l’attenzione della critica nel 2011 per il suo ruolo nel film Le amiche della sposa che le fece guadagnare non solo la sua prima nomination agli Oscar ma anche una ai BAFTA e ai SAG Awards. Nel film Can You Ever Forgive Me? la McCarthy interpreta Lee Israel rinomata biografa ma soprattutto truffatrice che decise di contraffare le lettere di scrittori e celebrità decedute solo ed unicamente per pagare l’affitto. Ha al suo attivo per questo film una nomination ai Satellite Award, ai Golden Globe, ai Critics’ Choice Awards, ai SAG Awards, ai BAFTA oltre alla vittoria ai San Francisco Film Critics Circle Awards, ai New York Film Critics Online Awards, ai Boston Society of Film Critics Awards, ai Phoenix Critics Circle Awards, ai Vancouver Film Critics Society Awards, ai Florida Film Critics Circle Awards

can-you-ever-forgive-me

5 – Yalitza Aparicio (Roma): nonostante sia stata esclusa dai Golden Globe, dai SAG Awards, e dai BAFTA, la debuttante Aparicio ha però ottenuto la nomination sia ai Satellite Awards che ai Critics’ Choice Awards oltre a poter contare  sull’apprezzamento della critica americana dato che ha al suo attivo attivo anche l’Hollywood Film Award come miglior attrice esordiente, l’Oklahoma Film Critics Circle Award come miglior attrice protagonista e 2 Greater Western New York Film Critics Association Awards (miglior attrice e miglior giovane promessa).

yalitza

6 – Toni Collette (Hereditary – Le leggi del male): grazie alla sua straordinaria interpretazione nel film horror Hereditary – Le leggi del male Toni Collette potrebbe finalmente conquistare la sua prima candidatura agli Oscar nella categoria lead actressa cui si aggiunge quella già ottenuta nel 2000 come miglior attrice non protagonista per il film Il sesto senso. Secondo la critica americana la Collette offre un’interpretazione potente consentendo a questo horror contemporaneo dal taglio psicologico di lasciare il segno nell’immaginario collettivo. In tal senso l’attrice riesce ad esprimere una gamma variegata di stati d’animo interpretando una madre costretta ad addentrarsi in un regno oscuro per sfuggire allo sfortunato destino che ha ereditato tutta la sua famiglia. Ha al suo attivo per questo film il Gotham Award, il Los Angeles Online Film Critics Society Award, il Chicago Film Critics Association Award, il Detroit Film Critics Society Award, il Boston Online Film Critics Association Award, il St. Louis Film Critics Association Award, il Seattle Film Critics Society Award, il North Texas Film Critics Association Award, il Nevada Film Critics Society Award, l’Online Film Critics Society Award, il Houston Film Critics Society Award, il Georgia Film Critics Association Award oltre alla nomination agli Independent Spirit Awards e ai Critics’ Choice Awards. E’ stata esclusa però dalle nomination ai Satellite Awards, ai Golden Globe, ai SAG Awards, ai BAFTA

toni collette hereditary gotham awards 2018

7 – Nicole Kidman (Destroyer): grazie al suo ruolo nel thriller di Karyn Kusama dal titolo Destroyer che la vede ancora una volta sottoporsi ad un incredibile trasformazione fisica, Nicole Kidman potrebbe conquistare la 4 nomination della sua carriera dopo averlo già vinto nel 2002 per The Hours e dopo le candidature conquistate per Moulin Rouge, Rabbit Hole (best actress) eLion (best supporting actress). In Destroyer la Kidman interpreta un detective sotto copertura in una tra le più pericolose gang della California. Ha al suo attivo per questo film il Nevada Film Critics Society Award come miglior attrice, oltre ad una nomination ai Satellite Award e ai Golden Globe, anche se però è stata snobbata dai Critics’ Choice Awards, dai SAG Awards e dai BAFTA

481E7FE400000578-0-image-a-46_1515888011560

8 -Viola Davis (Widows – Eredità criminale): l’inarrestabile Viola Davis potrebbe conquistare la 4a nomination della sua carriera per il film Widows – Eredità criminaledopo averlo vinto nel 2017 come miglior attrice non protagonista per Fences. Nella pellicola di Steve McQueen, regista del film premio Oscar 12 anni schiavo, la Davis interpreta una delle 4 vedove di un gruppo di rapinatori che dopo la morte dei loro mariti decide di proseguire la loro attività criminale. Ha al suo attivo per questo film una nomination ai Satellite Award, anche se però è stata snobbata sia dai Golden Globe che dai Critics’ Choice Awards e dai SAG Awards, in compenso ha vinto il Philadelphia Film Critics Circle Award e ottenuto la candidatura ai BAFTA.

cropped-viola-davis-widows.jpg

9 – Regina Hall (Support the Girls): grazie al New York Film Critics Circle Award conquistato come miglior attrice per il film Support the girls, la Hall è entrata in corsa per gli Oscar nella categoria lead actress. Ha al suo attivo anche l’African America Film Critics Association Award e il Vancouver Film Critics Society Award, oltre una nomination agli Independent Spirit Awards e ai Gotham Awards come miglior attrice, anche se è stata snobbata dai Critics’ Choice Awards, dai Golden Globe, dai SAG Awards e dai BAFTA

vanityfair_regina-hall-s-bad-day-just-keeps-getting-worse-in-support-the-girls

10 – Charlize Theron (Tully): grazie alla sua incredibile e coraggiosa trasformazione fisica che l’ha portata ad ingrassare ben 23 chili per alterare il suo aspetto come aveva fatto per Monster vincendo poi l’Oscar come miglior attrice, la Theron potrebbe conquistare la sua 3 nomination (contando anche quella ottenuta nel 2006 per il film North Country – Storia di Josey) complice la sua rappresentazione autentica della maternità nella quale ha messo in mostra impietosamente tutti i relativi cedimenti fisici ed emotivi che segnano una donna in questa particolare fase della sua vita. Ha al suo attivo una nomination ai Golden Globe e ai Critics’ Choice Awards, anche se è stata snobbata dai SAG Awards e dai BAFTA

charlize-theron-tully-1024x536

 

 

Annunci