Per scoprire quali attori saranno candidati agli Oscar 2019 nella categoria miglior attore bisogna seguire l’andamento dell’Award Season, e cioè la stagione dei premi che ogni anno anticipa i gusti e le tendenze degli Academy Awards, comunemente chiamati Oscar. Tali previsioni vengono elaborate incrociando i verdetti dei principali festival cinematografici (Venezia, Cannes, Telluride, Toronto), con i vincitori dei Gotham Awards, degli Hollywood Film Awards, dei National Board of Review, dei British Independent Film Awards, dei Satellite Awards, dei National Society of Film Critics Awards, dei Golden Globe, dei Critics Choice Awards e di oltre 50 premi assegnati dalle associazioni dei critici americani. A cui si aggiungono le nomination agli Spirit Awards, ai SAG Awards, ai BAFTA.

Quali sono gli attori che hanno più chance di entrare nella corsa agli Oscar 2019 nella categoria lead actor?

vice

Analizzando i risultati dell’Award Season fino a questo momento, il più quotato è Christian Bale per il biopic Vice. In tal senso grazie alla sua ennesima trasformazione nella quale veste i panni di Dick Cheney, il numero 2 della Casa Bianca durante l’amministrazione di George W. Bush, il camaleontico Bale potrebbe conquistare la 4 candidatura della sua carriera dopo aver vinto l’Oscar nel 2010 come supporter per The Fighter. Per questo film non ha vinto solo il Golden Globe, ma anche un doppio Critics’ Choice Award come miglior attore comedy e miglior attore dell’anno. Senza dimenticare che ha ottenuto anche la nomination ai SAG Awards e ai BAFTA anche se però è stato snobbato dai Satellite Awards. Inoltre ha conquistato per questa categoria il Philadelphia Film Critics Circle Award, il Houston Film Critics Society Award, il Kansas City Film Critics Circle Award, il Dallas Fort-Worth Film Critics Association Award, il Nevada Film Critics Society Award.

green-book-2018-viggo-mortensen

Segue un pò distanziato Viggo Mortensen per Green Book, in cui interpreta un buttafuori italo-americano che stringe un’amicizia profonda con un pianista afroamericano interpretato dal premio Oscar Maershala Ali. Grazie a questa interpretazione Mortensen potrebbe ottenere la 3 candidatura della sua carriera dopo quelle conquistate per i film La promessa dell’assassino Captain Fantastic. Ha al suo attivo per questo film il National Board of Review e il Phoenix Film Critics Society Award come miglior attore, oltre alle nomination conquistate per tutti i principali premi dell’Award Season: dal Satellite Award al Critics’ Choice Award, dal Golden Globe al SAG Awards, fino ai BAFTA

Rami-Malek_1000

Con il verdetto poi dei Golden Globe si è “inserito” nella corsa anche Rami Malek per Bohemian Rhapsody. In tal senso la sua verosimile interpretazione nel biopic sulla leggendaria figura di Freddy Mercury, fino allora ignorata dai premi delle associazioni dei critici americani, gli ha consentito di entrare in corsa per gli Oscar, trasformando in chance significative le nomination conquistate ai Critics’ Choice Awards, ai SAG Awards, ai BAFTA. Su questa lunghezza d’onda Malek ha al suo attivo per questo film anche un Satellite Award, lo Iowa Film Critics Association Award, il Los Angeles Online Film Critics Society Award, l’Online Association of Female Film Critics Award e il North Texas Film Critics Association Award.

bradleycooperstarisborn_638

Il quarto nome è quello di Bradley Cooper (A star is born) che per la sua interpretazione potrebbe ottenere la sua 4 nomination agli Oscar dopo averne ottenute 2 come miglior attore protagonista (Il lato positivo e American Sniper) e una come supporter (American Hustle), escludendo quella ottenuta come produttore per American Sniper. In questo terzo rifacimento cinematografico della pellicola A star is born, Cooper interpreta Jackson Maine, una star del cinema e della musica country che finisce vittima dell’alcolismo capace di trascinare la sua vita in una spirale discendente. Finora è da considerarsi il grande sconfitto di questa categoria, dato che il suo nome è rimbalzato più volte ai primi posti tra i pronistici dei principali premi dove ha ottenuto sempre la candidatura ma senza mai vincere (ha all’attivo solo il Washington Film DC Area Critics Association Award). A tal proposito ha conquistato per questo film come miglior attore la nomination ai Satellite Awards, ai Critics’ Choice Awards, ai Golden Globe, ai SAG Awards, ai BAFTA.

La vera sorpresa sarà scoprire chi occuperà l’ultimo posto nella cinquina con una sfida a tre:

Wilem Dafoe potrebbe ottenere la sua 4a nomination agli Oscar (la prima come miglior attore) dato che le altre 3 riguardano la categoria Miglior attore non protagonista (Platoon, L’ombra del vampiro e The Florida Project) grazie al suo incredibile lavoro nel film At Eternity’s Gate in cui interpreta il celebre pittore Vincent Van Gogh. Attualmente ha al suo attivo la Coppa Volpi come miglior attore conquistata all’ultimo Festival di Venezia e il Satellite Award (miglior attore for drama) e una nomination ai Critics’ Choice Awards e ai Golden Globe, ma la sua esclusione sia dai SAG Awards che dai BAFTA lascia decisamente perplessi sull’esito finale.

1ateternitysgate

Il noto figlio d’arte, John David Washington, (suo padre è il premio Oscar Denzel Washington) potrebbe ottenere la prima nomination della sua neonata carriera per il suo ruolo nell’ultimo film di Spike Lee (BlacKkKlansman) dopo aver conquistato l’African America Film Critics Association Award e ottenuto la candidatura ai SAG Awards, ai Golden Globe e ai Satellite Awards, anche se è stato snobbato dai Critics’ Choice Awards e dai BAFTA.

john_david_washington_in_blackkklansman

Poi c’è “IL CASO Ethan Hawke” la cui sorprendente interpretazione nel film di Paul Schrader dal titolo First Reformed, gli ha fatto finora guadagnare un numero impressionante di riconoscimenti da parte delle associazioni dei critici americani, per poi però essere clamorosamente escluso dai premi principali come il Golden Globe, i SAG Awards e i BAFTA, riducendo di fatto le sue quotazioni per questa categoria. In tal senso se gli Academy si lasceranno influenzare dai critici americani Hawke potrebbe ottenere la sua 3 nomination come miglior attore (le prime le ha ottenute come supporter per Training Day Boyhoodsenza contare le due conquistate per la miglior sceneggiatura non originale (Before Sunset e Before Midnight). Ecco la lista di tutti i premi finora vinti da Ethan Hawke per questo film: il Gotham Award, il New York Film Critics Circle Award, il Detroit Film Critics Society Awards, l’Atlanta Film Critics Circle Award, il Chicago Film Critics Association Award, il Toronto Film Critics Association Award, il Los Angeles Film Critics Association Award, il San Francisco Film Critics Circle Award, il New York Film Critics Online Award, il San Diego Film Critics Society Award, il Boston Online Film Critics Association Award, il National Society of Film Critics Award, il Las Vegas Film Critics Society Award, il Kansas City Film Critics Circle Award, il St. Louis Film Critics Association Award, l’Indiana Film Journalist Association Award, lo Utah Film Critics Association Award, il Phoenix Critics Circle Award, il Seattle Film Critics Society Award, il Vancouver Film Critics Society Award, il Southeastern Film Critics Association Award, il Greater Western New York Film Critics Association Award, l’Oklahoma Film Critics Circle Award, l’Online Film Critics Society Award, il North Carolina Film Critics Association Award, l’Austin Film Critics Association Award, il Georgia Film Critics Association Award, il Denver Film Critics Society Award.

"First Reformed" Film - 2017

Parecchio distanziato dagli altri spicca il nome di Lucas Hedges per Boy Erased con cui potrebbe arrivare la sua seconda nomination agli Oscar dopo quella ottenuta nel 2017 come supporter per Manchester by The Sea. Complice la sua toccante interpretazione nei panni del figlio di un pastore battista che lo costringe a frequentare un seminario di “conversione” dopo aver fatto coming out in famiglia. Le speranze di ottenere una nomination agli Oscar sono legate alla candidatura ai Satellite Awards e ai Golden Globe come miglior attore, però la sua esclusione sia dai Critics’ Choice Awards che dai SAG Awards e dai BAFTA, non promette nulla di buono.

lucas hedges