Annunciate le attesissime nominations ai Critics’ Choice Awards, i riconoscimenti cinematografici assegnati dal 1996 dalla Broadcast Film Critics Association (BFCA), formata circa 250 critici cinematografici appartenenti alle principali testate giornalistiche statunitensi, operanti nel mondo della televisione, della radio, della carta stampata e su internet.

Criticc Choice Awards

Nonostante siano molti a considerare i Golden Globe la vera anticamera degli Oscar, non tutti sanno che per ben 13 volte su 22 edizioni il miglior film dei Critics’ Choice Awards ha trionfato poi successivamente agli Oscar: American Beauty, Il gladiatore, A beautiful Mind, Chicago, The Departed, Non è un paese per vecchi, The Millionaire, The Hurt Locker, The Artist, Argo, 12 anni schiavo, Il caso Spotlight, The Shape of Water.
Basti pensare che nell’edizione dello scorso anno ben 15 verdetti dei Critics’ Choice Awards su un totale di 18 categorie simili sono stati confermati agli Oscar (miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior attrice, miglior attore non protagonista, miglior attrice non protagonista, miglior sceneggiatura, miglior adattamento, miglior trucco, miglior scenografia, miglior colonna sonora, miglior montaggio, miglior canzone, miglior colonna sonora, miglior fotografia)
Ciò che rende interessanti i verdetti dei Critics’ Choice Awards è il fatto che accanto alle categorie tradizionali sono state inserite delle categorie speciali che ci consentono di ottenere un quadro più completo sugli apprezzamenti della critica americana sui vari film proposti durante l’anno. Di conseguenza i Critics’ Choice Awards vengono assegnati anche al miglior cast, alla migliore giovane promessa, alla miglior film d’azione e ai migliori attori per questo genere, così come accade per la migliore commedia in cui sono previsti altri due premi per il miglior attore comico e la migliore attrice comica, oltre al premio per il miglior film sci-fi/horror.

thumbnail_12709599093bfc66b2f434b18fcc2019
Quest’anno il film che ha ottenuto il maggior numero di nomination (14) è stato uno dei favoriti dell’Award Season, La Favorita, del talentuoso regista greco Yorgos Lanthimos che ha ottenuto la nomination nelle seguenti categorie: miglior attrice e miglior attrice in una commedia (Olivia Colman), migliori attrici non protagoniste (Emma Stone e Rachel Weisz), miglior cast, miglior regia, miglior montaggio, miglior sceneggiatura originale, miglior fotografia, miglior scenografia, migliori costumi, miglior trucco e parrucco, miglior commedia, miglior film dell’anno. Un ottimo bottino che si unisce ai numerosi riconoscimenti conquistati dalla pellicola durante la Stagione dei Premi tra cui i 2 Chicago Film Critics Association Awards, i 4 New Mexico Film Critics Association Awards, i 2 Toronto Film Critics Association Awards oltre ai 10 British Independent Film Awards e alle 5 nomination ai Golden Globe.

michael-b-jordan-black-panther-filmz-1000x558
Segue con ben 12 nomination, Black Panther di Ryan Coogler, la pellicola sul primo supereroe afro che è stata una delle grandi sorprese del Box office americano piazzandosi come il 9° maggior incasso della storia del cinema nonché il 4°miglior incasso per un film di supereroi. La pellicola ha al suo attivo l’Hollywood Film Award come miglior film, 5 Saturn Awards, il Los Angeles Film Critics Association Awards per la miglior scenografia, 2 San Francisco Film Critics Circle Awards, 7 nomination ai Satellite Awards e 3 nomination ai Golden Globe.

h!roma_alfonso_cuaron_netflix_poster_cinefacts__1_
Seguono con 10 nomination First Man di Damien Chazelle e Mary Poppins Returns. 9 sono invece le nomination conquistate dagli altri film protagonisti dell’Award Season, A Star Is Born e Vice. Chiudono la lista le 8 nomination conquistato dal super favorito agli Oscar, Roma di Alfonso Cuaron e Green Book con ben 7 candidature.

481E7FE400000578-0-image-a-46_1515888011560

Tra le delusioni sorprende l’esclusione nella categoria miglior attrice di Nicole Kidman per Destroyer (che invece è stata candidata ai Golden Globe e ai Satellite Awards) e di Viola Davis per Widows (che però aveva vinto il Philadelphia Film Critics Circle Award). Esclusione anche per il promettente attore Lucas Hedges per Boy Erased dalla categoria lead actor e il premio Oscar Sam Rockwell per Vice nella categoria miglior attore non protagonista. Delusione anche per il regista del film If Beale Street Could Talk, Barry Jenkins, che ha vinto il Philadelphia Film Critics Circle Award anche se era già stato snobbato dai Golden Globe.

e9e69d61-5047-4627-9f2f-f96cbcd3963a-suspiria-remake-dakota-johnson-photo-blood-ballet

ITALIA
Anche se per il nostro Paese continuano a diminuire le chance per una candidatura agli Oscar 2019 nella categoria miglior film straniero data l’assenza (per ora) di Dogman dalla lista dei vincitori dei premi assegnati dalle associazioni dei critici americani le speranze dell’Italia sono racchiuse nel remake del film di Dario Argento, già cult, Suspiria del regista italiano Luca Guadagnino che ha conquistato 2 nomination nelle categorie tecniche: miglior trucco e parrucco e miglior horror.

Ecco la lista di tutte le nomination dei Critic’s Choice Awards 2019:
BEST PICTURE
“Black Panther”
“BlacKkKlansman”
“The Favourite”
“First Man”
“Green Book”
“If Beale Street Could Talk”
“Mary Poppins Returns”
“Roma”
“A Star Is Born”
“Vice”
BEST ACTOR
Christian Bale – “Vice”
Bradley Cooper – “A Star Is Born”
Willem Dafoe – “At Eternity’s Gate”
Ryan Gosling – “First Man”
Ethan Hawke – “First Reformed”
Rami Malek – “Bohemian Rhapsody”
Viggo Mortensen – “Green Book”
BEST ACTRESS
Yalitza Aparicio – “Roma”
Emily Blunt – “Mary Poppins Returns”
Glenn Close – “The Wife”
Toni Collette – “Hereditary”
Olivia Colman – “The Favourite”
Lady Gaga – “A Star Is Born”
Melissa McCarthy – “Can You Ever Forgive Me?”
BEST SUPPORTING ACTOR
Mahershala Ali – “Green Book”
Timothée Chalamet – “Beautiful Boy”
Adam Driver – “BlacKkKlansman”
Sam Elliott – “A Star Is Born”
Richard E. Grant – “Can You Ever Forgive Me?”
Michael B. Jordan – “Black Panther”
BEST SUPPORTING ACTRESS
Amy Adams – “Vice”
Claire Foy – “First Man”
Nicole Kidman – “Boy Erased”
Regina King – “If Beale Street Could Talk”
Emma Stone – “The Favourite”
Rachel Weisz – “The Favourite”
BEST YOUNG ACTOR/ACTRESS
Elsie Fisher – “Eighth Grade”
Thomasin McKenzie – “Leave No Trace”
Ed Oxenbould – “Wildlife”
Millicent Simmonds – “A Quiet Place”
Amandla Stenberg – “The Hate U Give”
Sunny Suljic – “Mid90s”
BEST ACTING ENSEMBLE
“Black Panther”
“Crazy Rich Asians”
“The Favourite”
“Vice”
“Widows”
BEST DIRECTOR
Damien Chazelle – “First Man”
Bradley Cooper – “A Star Is Born”
Alfonso Cuarón – “Roma”
Peter Farrelly – “Green Book”
Yorgos Lanthimos – “The Favourite”
Spike Lee – “BlacKkKlansman”
Adam McKay – “Vice”
BEST ORIGINAL SCREENPLAY
Bo Burnham – “Eighth Grade”
Alfonso Cuarón – “Roma”
Deborah Davis and Tony McNamara – “The Favourite”
Adam McKay – “Vice”
Paul Schrader – “First Reformed”
Nick Vallelonga, Brian Hayes Currie, Peter Farrelly – “Green Book”
Bryan Woods, Scott Beck, John Krasinski – “A Quiet Place”
BEST ADAPTED SCREENPLAY
Ryan Coogler, Joe Robert Cole – “Black Panther”
Nicole Holofcener, Jeff Whitty – “Can You Ever Forgive Me?”
Barry Jenkins – “If Beale Street Could Talk”
Eric Roth and Bradley Cooper & Will Fetters – “A Star Is Born”
Josh Singer – “First Man”
Charlie Wachtel & David Rabinowitz and Kevin Willmott & Spike Lee – “BlacKkKlansman”
BEST CINEMATOGRAPHY
Alfonso Cuarón – “Roma”
James Laxton – “If Beale Street Could Talk”
Matthew Libatique – “A Star Is Born”
Rachel Morrison – “Black Panther”
Robbie Ryan – “The Favourite”
Linus Sandgren – “First Man”
BEST PRODUCTION DESIGN
Hannah Beachler, Jay Hart – “Black Panther”
Eugenio Caballero, Barbara Enriquez – “Roma”
Nelson Coates, Andrew Baseman – “Crazy Rich Asians”
Fiona Crombie, Alice Felton – “The Favourite”
Nathan Crowley, Kathy Lucas – “First Man”
John Myhre, Gordon Sim – “Mary Poppins Returns”
BEST EDITING
Jay Cassidy – “A Star Is Born”
Hank Corwin – “Vice”
Tom Cross – “First Man”
Alfonso Cuarón, Adam Gough – “Roma”
Yorgos Mavropsaridis – “The Favourite”
Joe Walker – “Widows”
BEST COSTUME DESIGN
Alexandra Byrne – “Mary Queen of Scots”
Ruth Carter – “Black Panther”
Julian Day – “Bohemian Rhapsody”
Sandy Powell – “The Favourite”
Sandy Powell – “Mary Poppins Returns”
BEST HAIR AND MAKEUP
“Black Panther”
“Bohemian Rhapsody”
“The Favourite”
“Mary Queen of Scots”
“Suspiria”
“Vice”
BEST VISUAL EFFECTS
“Avengers: Infinity War”
“Black Panther”
“First Man”
“Mary Poppins Returns”
“Mission: Impossible – Fallout”
“Ready Player One”
BEST ANIMATED FEATURE
“The Grinch”
“Incredibles 2”
“Isle of Dogs”
“Mirai”
“Ralph Breaks the Internet”
“Spider-Man: Into the Spider-Verse”
BEST ACTION MOVIE
“Avengers: Infinity War”
“Black Panther”
“Deadpool 2”
“Mission: Impossible – Fallout”
“Ready Player One”
“Widows”
BEST COMEDY
“Crazy Rich Asians”
“Deadpool 2”
“The Death of Stalin”
“The Favourite”
“Game Night”
“Sorry to Bother You”
BEST ACTOR IN A COMEDY
Christian Bale – “Vice”
Jason Bateman – “Game Night”
Viggo Mortensen – “Green Book”
John C. Reilly – “Stan & Ollie”
Ryan Reynolds – “Deadpool 2”
Lakeith Stanfield – “Sorry to Bother You”
BEST ACTRESS IN A COMEDY
Emily Blunt – “Mary Poppins Returns”
Olivia Colman – “The Favourite”
Elsie Fisher – “Eighth Grade”
Rachel McAdams – “Game Night”
Charlize Theron – “Tully”
Constance Wu – “Crazy Rich Asians”
BEST SCI-FI OR HORROR MOVIE
“Annihilation”
“Halloween”
“Hereditary”
“A Quiet Place”
“Suspiria”
BEST FOREIGN LANGUAGE FILM
“Burning”
“Capernaum”
“Cold War”
“Roma”
“Shoplifters”
BEST SONG
“All the Stars” – “Black Panther”
“Girl in the Movies” – “Dumplin’”
“I’ll Fight” – “RBG”
“The Place Where Lost Things Go” – “Mary Poppins Returns”
“Shallow” – “A Star Is Born”
“Trip a Little Light Fantastic” – “Mary Poppins Returns”
BEST SCORE
Kris Bowers – “Green Book”
Nicholas Britell – “If Beale Street Could Talk”
Alexandre Desplat – “Isle of Dogs”
Ludwig Göransson – “Black Panther”
Justin Hurwitz – “First Man”
Marc Shaiman – “Mary Poppins Returns”