Previsioni Oscars 2020 /Awards Season 2020 /Awards 2020

6/03/2020

All’inizio dell’Awards Season e cioè della Stagione dei premi che annualmente anticipa i verdetti degli Oscar mancano ancora 8 mesi, eppure già emergono le prime previsioni strettamente connesse con le aspettative della critica americana verso alcuni film in uscita tra quest’anno e il 2021 nonostante le conseguenze della emergenza sanitaria mondiale che, con la chiusura dei cinema e lo slittamento di alcuni Festival internazionali, ha costretto molte case di distribuzione a posticipare l’uscita dei loro film.

Su questa lunghezza d’onda la Hollywood Foreign Press Association che annualmente assegna i Golden Globe ha deciso di apportare temporaneamente alcune modifiche ai criteri di ammissibilità. In siffatto contesto cambia la regola secondo cui tutti i membri qualificati per votare devono essere invitati a una proiezione ufficiale in una struttura di terze parti nella grande area di Los Angeles fino a non più di una settimana dopo l’uscita del film aprendo alle pellicole che saranno trasmesse in televisione. A breve è previsto un intervento da parte degli Academy Awards che potrebbero allinearsi a questa decisione in vista degli Oscar. Ragion per cui la durata minima di proiezione di 7 giorni in un cinema potrebbe essere rivista a seguito di una mole di film reindirizzati su piattaforme di video on demand e altre applicazioni in streaming.

In tal senso in merito a questa inedita situazione gli Academy hanno dichiarato: “siamo focalizzati sull’aiutare il nostro personale, i nostri membri e l’industria a navigare in sicurezza attraverso questa crisi economica e sanitaria globale. Stiamo valutando tutti gli aspetti di questo paesaggio incerto e quali cambiamenti potrebbero essere necessari. Ci impegniamo ad essere agili e lungimiranti mentre discutiamo di ciò che è meglio per il futuro del settore e faremo ulteriori annunci nei prossimi giorni”

29/04/2020

Dopo un ritardo di due settimane il Consiglio dei governatori dell’Academy ha deciso di assicurare alla cinematografia globale una certa flessibilità in merito alla ammissibilità alla selezione degli #Oscar data la chiusura dei cinema in tutto il mondo. Di conseguenza non c’è l’obbligatorietà di una proiezione di almeno 7 giorni nei teatri di Los Angeles offrendo a tutti i film la possibilità di essere visualizzati dai membri degli #Academy entro 60 giorni dalla pubblicazione in streaming o #VOD tramite lo screening on line dell’Academy in vista del 28 febbraio 2021, data ufficiale della cerimonia degli Oscar. Tra le altre novità spicca poi l’accorpamento delle categorie Miglior suono mixato e Miglior montaggio sonoro in unico premio.

In tale ottica, queste previsioni inizieranno ad avere un reale peso incrociandole con i verdetti dei principali festival cinematografici a patto che possano essere svolti (Cannes sta valutando una posticipazione, mentre per ora sembrano essere confermati gli altri festival chiave come Venezia, Telluride, Toronto, New York, Londra, Middleburg, AFI). Da lì in poi si darà il via all’effettiva Stagione dei Premi inaugurata dall’annuncio delle nomination ai Gotham Awards per il cinema indipendente e dei vincitori degli Hollywood Film Awards, a cui seguiranno i verdetti dei National Board of Review, dei Satellite Awards, dei National Society of Film Critics Awards, dei Golden Globe, dei Critics Choice Awards, dei BAFTA e di oltre 50 riconoscimenti assegnati dalle associazioni dei critici americani.

Quali sono i 30 film più attesi della prossima Awards Season?          

*Le release ufficiali di alcune pellicole sono soggette a variazione in seguito alle conseguenze della emergenza sanitaria globale che ha costretto le case di distribuzione a reimpostare le date di uscita in maniera progressiva    

1. Red, White and Water (post-production)

diretto da Lila Neugebauer

Uno script attuale e colmo di potenzialità per via della tematica trattata. Al centro della vicenda un soldato americano (Jennifer Lawrence) che subisce in Afghanistan un trauma cranico ed è costretto a tornare in Patria. Da lì inizia un’altra guerra, ugualmente dolorosa ma più invasiva, quella dell’anima, in una lotta disperata per adattarsi alla vita di tutti i giorni. Ritornare a casa dopo aver vissuto l’orrore della guerra, è un’esperienza traumatica difficile da gestire. Nel cast spicca come supporter Brian Tyree Henry (già apprezzato nelle pellicole Se la strada potesse parlare, Widows).

Uscita U.S.A: 2021?

Uscita Italia: 2021?

Lila Neugebauer

2. Ammonite (post-production)

diretto da Francis Lee

Il vincitore del Directing Award al Sundance Film Festival, Francis Lee, per il cult lgbt God’s Own Country (2017) potrebbe brillare nella prossima Stagione dei Premi grazie all’atteso Ammonite con due attrici teste di serie come Kate Winslet e Saoirse Ronan, le cui vite si incrociano e si confondono all’insegna di un amore segreto e sofferto braccato dai pregiudizi del tempo, dato che la vicenda si svolge negli anni ’20 in una cittadina costiera del Regno Unito. Al centro della trama i turbamenti della famosa paleontologa Mary Anning la cui latente omosessualità è stata oggetto di critiche da parte della famiglia della stessa che avrebbe accusato il regista di aver insistito su questa tesi solo per conquistare una maggior attenzione da parte del pubblico. Queste polemiche unitamente alla distribuzione targata NEON (la stessa casa di distribuzione che ha contribuito al successo internazionale di Parasite) possono trasformarsi in esca per fare incetta di premi.

Uscita U.S.A: 13  novembre 2020

Uscita Italia: ?

Ammonite

3.One Night in Miami

diretto da Regina King

Dopo la sua prima proiezione ufficiale al Festival del Cinema di Venezia è apparso chiaro a tutti il suo potenziale in termini di premi. In tal senso One Night in Miami, tratto dall’omonima piece teatrale di Kemp Powers, ha superato di gran lunga le aspettative della critica americana ritagliandosi uno spazio importante nelle previsioni per il miglior film. Non solo Regina King potrebbe ottenere la prima nomination come miglior regista attestandosi come la prima donna afroamericana, ma anche il suo cast è in pole position e in particolare Kingsley Ben-Adir sembra aver conquistato tutti entrando in lizza per la categoria supporter grazie alla sua intensa interpretazione nei panni di MalcomX. Il resoconto di un incontro immaginario tra 4 pilastri della cultura afro-americana (Cassius Clay, Malcom X, Jim Brown, Sam Cooke) diventa un’occasione necessaria di confronto per interrogarsi sulle cause della discriminazione razziale.

Uscita U.S.A: 11 ottobre 2020

Uscita Italia: ?

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 57474-one_night_in_miami_-_official_still.jpg

4. The Trial of the Chicago 7

diretto da Aaron Sorkin

Lo sceneggiatore pluricandidato agli Oscar, Aaron Sorkin, potrebbe fare breccia nel cuore dell’Academy grazie alla sua seconda prova da regista, il dramma giudiziario The Trial of the Chicago 7. Sicuramente la pellicola sarà protagonista della prossima Stagione dei Premi per la categoria Miglior cast, dato lo straodinario gruppo di attori presenti: dai premi Oscar Eddie Redmayne e William Hurt a Jeremy Strong, Michael Keaton e Joseph Gordon – Levitt. Al centro della vicenda realmente accaduta un gruppo di uomini processati per cospirazione in quanto accusati di incitamento alle rivolte che segnarono la Convenzionale Nazionale Democratica del 1968 che si tenne a Chicago, durante la quale ci furono massicce manifestazioni contro la Guerra del Vietnam.

Uscita U.S.A: 16 ottobre 2020

Uscita Italia: 16 ottobre 2020

the trial of chicago 7

5. News of the World 

diretto da Paul Grengrass

Tratto dal romanzo di Paulette Jiles, News of the World è la storia di un texano intepretato dal premio Oscar Tom Hanks che attraversa il selvaggio West per portare notizie dal mondo ai cittadini locali. La sua missione sarà quella di riportare a casa una giovane donna che era stata rapita all’indomani della Guerra Civile. Questa pellicola è molto attesa perchè offre a Grengrass la possibilità di mostrare il suo talento e la sua sensibilità con un tessuto narrativo diverso dai suoi precedenti film ambientati nell’era odierna in cui ha raccontato con forte realismo pagine nere della nostra epoca come in United 93′ con cui ha ottenuto la sua prima nomination agli Oscar come miglior regista.

Uscita U.S.A: 25 dicembre 2020

Uscita Italia: ?

news of the world film

6. The French Dispatch 

diretto da Wes Anderson

Con The French Dispatch, il geniale Wes Anderson potrebbe conquistare la sua seconda nomination come miglior regista (la prima l’ha ottenuta per il cult The Grand Budapest Hotel) complice uno script che combina tutti gli elementi tipici della sua poetica filmica basata su un immaginario estetico ironico e surreale popolato da personaggi/maschere, capace di catturare il fascino della nostalgia in uno stile inimitabile. The French Dispatch è ambientato in una città francese a metà del XX secolo in una redazione di un giornale americano, le cui vicende personali si intrecciano con le singole storie raccontate dai giornalisti nei loro articoli. Nel ricco cast spiccano: Elisabeth Moss, Timothée Chamalet, Saoirse Ronan, Willem Dafoe, Edward Norton, Tilda Swinton, Bill Murray, Benicio Del Toro.

Uscita U.S.A: ?

Uscita Italia: ?

The French Dispatch

7. Mank (post-production)

diretto da David Fincher

Il due volte nominato agli Oscar come miglior regista David Fincher potrebbe spiccare nella prossima awards season grazie all’atteso biopic Mank con protagonista il premio Oscar Gary Oldman nei panni dello sceneggiatore Herman J. Mankiewicz che collaborò allo script dell’iconico capolavoro di Orson Welles, Quarto Potere. Il film, che sarà realizzato in bianco e nero, è incentrato sul tumultuoso sviluppo della sceneggiatura tra retroscena e colpi di genio che portarono alla realizzazione di questo grand cult che vinse proprio l’Oscar nel 1942 per il miglior script originale.

Uscita U.S.A: Ottobre 2020

Uscita Italia: Ottobre 2020

NETFLIX_MANK_CITIZEN-KANE_GARY-OLDMAN_DAVID-FINCHER_

8. Tenet

diretto da Cristopher Nolan.

A distanza di 2 anni dal meraviglioso film bellico Dunkirk che gli ha regalato la sua prima nomination agli Oscar come miglior regista (il film ne ha vinti 3 nelle categorie: montaggio, montaggio sonoro, miglior sonoro) il talentuoso Cristopher Nolan potrebbe tornare a primeggiare nell’awards season grazie all’atteso Tenet, un action movie d’autore che fonde in un unico racconto spionaggio internazionale e viaggi nel tempo. Nel cast accanto a Robert Pattinson e a John David Washington, spiccano Michael Caine, Kenneth Branagh e Aaron Taylor – Johnson.

Uscita U.S.A: 31 luglio 2020

Uscita Italia: 3 agosto 2020

Tenet

9. Hillbilly Elegy 

diretto da Ron Howard.

Hillbilly Elegy ha tutti i numeri per poter sbancare ai prossimi Oscar, complice non solo la regia equilibrata di Ron Howard (che ha al suo attivo una statuetta per A Beautiful Mind) ma anche un cast incredibile che vede come protagoniste due teste di serie come Glenn Close ed Amy Adams, entrambe con un numero alto di nomination ma senza aver vinto mai l’Oscar (7 per la prima, 6 per la seconda). Al centro di questa epopea americana tratta dal romanzo di memorie di J.D.Vance, ci sono tre generazioni di una famiglia, le cui conquiste e sconfitte sono filtrate attraverso l’esplorazione del sogno americano. Per i critici letterari americani Elegia americana è il caso editoriale che ha portato alla ribalta le storie dei “bianchi poveri” degli Stati Uniti, considerato attualmente il bacino elettorale del presidente Trump.

Uscita U.S.A: Novembre 2020

Uscita Italia:  ?

Hillbilly Elegy

10. Judas and the Black Messiah

diretto da Shaka King

L’opera prima di Shaka King, Judas and the Black Messiah, ha tutte le carte in regola per conquistare l’attenzione dei giurati soprattutto a seguito delle contestazioni dei movimenti in difesa della comunità black che stanno infiammando l’America al grido Black Lives Matter. Su questa lunghezza d’onda la pellicola acquista un valore simbolico di denuncia sociale, verso cui gli Academy hanno mostrato recentemente una comprovata sensibilità. La pellicola vede come protagonista, l’attore candidato agli Oscar per Get Out, Daniel Kaluuya nei panni del giovane e carismatico attivista Fred Hampton, che a 21 anni divenne presidente della sezione dell’Illinois del Black Panther Party per poi essere assassinato dall’FBI.

Uscita U.S.A: 29 gennaio 2021

Uscita Italia: ?

judas and the black messiah

11. Dune 

diretto da Dennis Villeneuve.

Con la posticipazione dell’uscita al mese di ottobre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

L’atteso remake del cult movie di David Lynch, Dune, per la regia Dennis Villeneuve (già candidato agli Oscar per Arrival) potrebbe fare breccia nel cuore degli Academy per il suo adattamento, molto vicino all’epico romanzo di fantascienza di Frank Herbert da cui è tratta la pellicola. Nel cast spiccano Rebecca Ferguson, Timothée Chalamet, Jason Momoa, Josh Brolin, Oscar Isaac, Javier Bardem, Charlotte Rampling.

Uscita U.S.A: ottobre 2021

Uscita Italia:  ?

dune

12. Ma Rainey’s Black Bottom

diretto da George C.Wolfe

Adattamento cinematografico della piece teatrale di August Wilson, prodotto da Denzel Washington e distribuito da Netflix, Ma Raney’s Black Bottom vede come protagonista il premio Oscar Viola Davis nei panni di una diva del blues, ispirata alla figura di Ma Gertrude Rainey, una delle prime cantanti blues ad incidere un disco.

Uscita U.S.A: 2020

Uscita Italia: ?

Ma Rainey's Black Bottom

13. Never Rarely Sometimes Always

diretto da Eliza Hittman

Presentato con successo al Sundance Film Festival dove ha vinto lo Special Jury Award nella sezione U.S Dramatic e successivamente vincitore del Gran Premio della Giuria al Festival di Berlino, Never Rarely Sometimes Always ha tutti i numeri per imporsi nella stagione dei premi specie per quella relativa ai film indipendenti. Al centro della trama un adolescente confusa e insicura alle prese con una delle scelte più difficili della sua tenera età. Nel cast si fanno notare Sidney Flanigan e Talia Ryder.

Uscita U.S.A: 3 aprile 2020

Uscita Italia: 13 agosto 2020

nbcu-04151-Full-Image_GalleryBackground-en-US-1586560257342._SX1080_

14. Sto pensando di finirla qui

diretto da Charlie Kaufman

A distanza di 5 anni dalla sua ultima nomination agli Oscar (fu candidato nel 2016 per la categoria miglior film d’animazione per Anomalisa) il talentuoso Charlie Kaufman (3 nomination per la miglior sceneggiatura, da Essere John Malkovich a Se mi lasci ti cancello, fino al film Il ladro di orchidee) potrebbe entrare in pole position complice il suo ultimo film Sto pensando di finirla qui (targato Netflix) che ha conquistato critica e pubblico. La pellicola che ruota attorno ai dubbi di una giovane donna in procinto di conoscere la famiglia del suo compagno, vede due frontrunners per gli Oscar: l’emergente Jessie Buckley come lead, e soprattutto Toni Collette come supporter.

Uscita U.S.A: 28 agosto 2020

Uscita Italia: 4 settembre 2020

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sto-pensando-di-finirla-qui-trailer.jpg

15. Soul 

diretto da Pete Doctor e Kemp Powers.

Soul è l’attesissimo film d’animazione della Disney PIXAR destinato a rivoluzionare l’immaginario per via del tema con cui si misura: il concetto dell’anima. Al centro della vicenda infatti c’è un musicista che ha smarrito la sua passione per la musica e che una volta trasportato fuori dal suo corpo si ritrova faccia a faccia con la sua anima, la quale ha un gravoso compito e cioè quello di mostrargli le ragioni per apprezzare la vita nella sua pienezza. Dopo Inside Out e Coco, ancora un progetto ambizioso che mira a cercare nuovi linguaggi per affrontare temi universali come la morte, la sofferenza e la perdita. Nella versione originale la voce del protagonista sarà del premio Oscar Jamie Fox, mentre quella della sua anima è affidata all’attrice comica Tina Fey.

Uscita U.S.A: 20 novembre 2020

Uscita Italia: 15 ottobre 2020 (Rome Film Fest)

soul

16. Rebecca 

La pellicola Rebecca – La prima moglie del maestro Alfred Hichtcock, vincitrice di 2 premi Oscar (miglior film e miglior fotografia) avrà un remake per la regia di Ben Wheatley. Nei panni di Maxim de Winter e di Mrs. de Winter (interpretati nell’originale da Laurence Olivier e Joan Fontaine) ci saranno Armie Hammer e Lily James, mentre il ruolo dell’arcigna Mrs. Danvers sarà interpretato dalla candidata all’Oscar Kristin Scott-Thomas che potrebbe avere buone chance per la categoria supporter

Uscita U.S.A: 21 ottobre 2020

Uscita Italia: 21 ottobre 2020

Rebecca

17. Macbeth

diretto da Joel Coen.

La tragedia di Shakespeare avrà il suo 12° adattamento cinematografico (l’ultimo risale al 2017 per la regia di Justin Kurzel, escludendo la versione operistica di Daniele Campea Macbeth Neo Film Opera) ma questa volta firmata da uno dei fratelli Coen (Joel) per la prima volta in solitaria alla regia e vedrà come protagonisti i premi Oscar Frances McDormand e Denzel Washington. La pellicola è molto attesa conoscendo lo stile dei Coen. Ragion per cui è naturale che questa forte aspettativa da parte della critica americana spinga gli editors ad inserire questa pellicola tra i favoriti della prossima Stagione dei Premi.

Uscita U.S.A: 2021

Uscita Italia: 2021

macbeth-denzel-washington-frances-mcdormand-slice

18. Minari

diretto da Lee Isaac Chung.

Il forte apprezzamento da parte della critica americana dopo l’exploit al Sundance Film Festival dove ha vinto non solo il Premio del Pubblico ma anche il Gran premio della giuria nella sezione U.S. Dramatic, potrebbe fare da traino a questa pellicola in vista della prossima awards season, complice uno script dai temi universali filtrati attraverso la storia di una famiglia coreana in cerca del suo posto nel mondo nel loro viaggio dalla costa occidentale all’Arkansas rurale nell’America degli anni 80′. Nel cast spicca l’interpretazione di Steven Yeun conosciuto per il film d’autore Burning di Lee Chang-dong.

Uscita U.S.A: 26 gennaio 2020 (Sundance Film Festival)

Uscita Italia: ?

Minari

19. The Courier

diretto da Dominic Cook

Presentato in anteprima mondiale in occasione del Sundance Film Festival, The Courier ruota attono alle “gesta” di un uomo d’affari britannico (Benedict Cumberbatch) particolarmente apprezzato dalla CIA per essere riuscito a penetrare nel programma nucleare sovietico durante la Guerra Fredda, ponendo fine alla crisi innescata dallo stanziamento dei missili a Cuba. Nel cast spiccano la star della serie tv targata Amazon, Rachel Brosnahan (La fantastica Signora Maisel) e la rivelazione Jessie Buckley (Beast).

Uscita U.S.A: 19 febbraio 2021

Uscita Italia: ?

ironbark

20. Nightmare Alley

diretto da Guillermo Del Toro.

A distanza di 3 anni dall’Oscar vinto per il meraviglioso La forma dell’acqua, il visionario regista messicano Guillermo Del Toro potrebbe entrare nella corsa ai prossimi Oscar grazie alla pellicola Nightmare Alley con la coppia cult del film lgbtq Carol: Cate Blanchett e Rooney Mara assieme a Toni Collette e Bradley Cooper. Si tratta del remake del film La fiera delle illusioni del 1947 per la regia di Edmund Golding con Tyron Power (ecco spiegato il cameo di Romina Power con cui il regista ha deciso di omaggiare il grande divo)

Uscita U.S.A: ?

Uscita Italia: ?

Nightmare Alley

21. Da 5 Bloods

diretto da Spike Lee

A distanza di 2 anni dal premio Oscar vinto per il miglior adattamento dello straordinario BlacKKKlansman, Spike Lee torna sul grande schermo con la pellicola Da 5 Bloods, particolarmente attesa per la sua trama: un gruppo di veterani della guerra del Vietnam decide contro ogni previsione di tornare nei luoghi della giungla con lo scopo di recuperare la loro innocenza perduta. Nel cast accanto alla star di Black Panther, Chadwick Boseman, spiccano Giancarlo Esposito, Jean Reno, Melanie Thierry e Paul Walter Hauser.

Uscita U.S.A: 12 giugno 2020

Uscita Italia: 12 giugno 2020

Da 5 Bloods

22. Nomadland 

diretto da Chloe Zhao.

Se avete amato The Rider il precedente film con cui Chloé Zhao ha conquistato la critica americana vincendo numerosi premi durante l’Awards Season tra cui il Gotham Award, allora sicuramente apprezzerete il suo nuovo lavoro che vede come protagonista il premio Oscar Frances McDormand nei panni di una sessantenne pronta ad intraprendere un viaggio attraverso le regioni occidentali del suo Paese dopo aver perso tutto nella Grande Recessione. La pellicola è tratta dal romanzo di successo di Jessica Bruder: Nomadland, Surviving America in The twenty-first century.

Uscita U.S.A: 4 dicembre 2020

Uscita Italia: ?

Nomadland

23. The United States v. Billie Holiday

diretto da Lee Daniels

Biopic sulla figura controversa della “signora triste del jazz” Bille Holiday con un focus su uno degli episodi più drammatici della sua vita e cioè quando fu accusata di possesso di droga innescando una campagna di odio nei suoi confronti. L’unica che rimase a sostenerla fu l’amica e amante Tallulah Bankhead (Natasha Lyonne) famosa più per la sua personalità eccentrica e per la sua vita personale tempestosa che per la sua carriera d’attrice. Fu proprio lei a chiamare il capo dell’FBI, J.Edgar Hoover e a supplicarlo di esonerare Billie dalle accuse.

Uscita U.S.A: 12 febbraio 2021

Uscita Italia: ?

natasha-lyonne

24. On the rocks 

diretto da Sofia Coppola.

Il binomio Coppola- Murray potrebbe nuovamente portare bene dopo l’exploit del 2003 con il film cult Lost in Translation che conquisto ben 4 candidature agli Oscar regalando a Sofia Coppola non solo la nomination come miglior regista ma anche la statuetta per la miglior sceneggiatura originale. Buone aspettative quindi per il suo prossimo film #OntheRocks: al centro della trama una giovane madre (Rashida Jones) cerca di recuperare il rapporto perduto con suo padre, un vecchio playboy dalla grande saggezza in un’avventura tra le strade multietniche di New York.

Uscita U.S.A: 23 ottobre 2020

Uscita Italia: 23 ottobre 2020

on the rocks

25. Annette 

diretto da Leos Carax

Il regista Leos Carax conosciuto ai più per aver firmato cult come Holy Motors e I ragazzi del Pont – Neuf, si cimenta con la sua prima opera in lingua inglese, un atteso musical drama che vede come protagonisti Adam Driver e il premio Oscar Marion Cotillard, le cui vite professionali (il primo è un comico, la seconda è un soprano di fama mondiale) sono messe alla prova con l’arrivo della loro figlia Annette, motore d’azione di un’ascesa e di una caduta di un’intensa storia d’amore.

Uscita U.S.A: 2021

Uscita Italia: 2021

Annette film

26. Next Goal Wins 

diretto da Taika Waititi.

Dopo il successo di Jojo Rabbit fresco vincitore dell’Oscar per il miglior adattamento, Taika Waititi potrebbe tornare protagonista dell’awards season con una nuova commedia happy end ispirata all’omonimo documentario calcistico vincitore del British Independent Film Award e diretto nel 2014 da Mike Brett e Steve Jamison. Al centro della vicenda l’ostinata determinazione di un appassionato coach (Michael Fassbender) nel trasformare una squadra delle Samoa Americane da totali perdenti in campioni.

Uscita U.S.A: ?

Uscita Italia: ?

Next Goal Wins

27. The Father

diretto da Florian Zeller.

Il regista televisivo russo Florian Zeller potrebbe conquistare l’Academy con il suo secondo film dal titolo The Father con protagonisti i premi Oscar Olivia Colman ed Anthony Hopkins, particolarmente apprezzati alla premiere al Sundance Film Festival dello scorso 27 gennaio. Al centro della trama un padre e una figlia, il loro rapporto conflittuale, ma soprattutto il lento distaccamento dell’uomo dalla realtà con la perdita di fiducia verso i suoi cari. Rifiutando l’assistenza di sua figlia, l’uomo cerca di andare avanti senza l’aiuto di nessuno, ma si trova poi costretto a combattere da solo con le condizioni della sua vecchiaia.

Uscita U.S.A: 18 dicembre 2020

Uscita Italia: ?

the father

28. StillWater 

diretto da Tom McCarthy.

A distanza di 4 anni dall’Oscar per Spotlight, Tom McCarthy torna con una nuova pellicola dal titolo StillWater, la cui trama ruota intorno alla vicenda di un padre (Matt Damon) che viaggia dall’Oklahoma fino in Francia per aiutare sua figlia (Abigail Breslin) arrestata per un omicidio che non ha commesso.

Uscita U.S.A: 6 novembre 2020?

Uscita Italia: ?

stillwater

29. C’mon C’mon 

diretto da Mike Mills.

Il vincitore dell’Oscar come miglior attore Joaquin Phoenix potrebbe essere ancora una volta il protagonista della notte degli Academy Awards, complice la sua recente interpretazione nel film di Mike Mills (che ha al suo attivo la candidatura agli Oscar per la miglior sceneggiatura per il film 20th Century Women). Nel film C’mon C’mon Phoenix interpreta un’artista che decide di intraprendere un viaggio in campagna con il suo giovane nipote. Sarà un’occasione di crescita e di confronto che lo renderà diverso ma soprattutto più consapevole del proprio ruolo nel mondo.

Uscita U.S.A: 2020

Uscita Italia: ?

c'mon c'mon

30. The Prom

diretto da Ryan Murphy.

Una storia tenera ed emozionante a sostegno dell’amore in tutte le sue forme è al centro della trama di questa gradevole commedia di Ryan Murphy, autore di popolari serie tv  come Glee, Feud, Hollywood, The Politician fino agli acclamati Pose, American Crime Story e American Horror Story. The Prom è l’adattamento cinematografico dell’omonimo musical di successo di Broadway, un inno sincero sull’amore ma soprattutto sulla necessità di equiparare i diritti LGBT a diritti umani. Al centro della trama ci sono un gruppo di attori di teatro piuttosto egocentrici che invadono con la loro “mente aperta” una piccola cittadina dell’Indiana estremamente conservatrice, cercando di sostenere con i loro mezzi e i loro “metodi”, una ragazza il cui unico sogno è quello di portare al ballo la propria fidanzata. Nel cast del film spiccano oltre ai premi Oscar Meryl Streep e Nicole Kidman, anche Awkwafina, James Corden, Ariana DeBose

Uscita U.S.A: 11 dicembre 2020

Uscita Italia: ?

The-Prom-film

USCITE POSTICIPATE

11. Dune 

diretto da Dennis Villeneuve.

Con la posticipazione dell’uscita al mese di ottobre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

L’atteso remake del cult movie di David Lynch, Dune, per la regia Dennis Villeneuve (già candidato agli Oscar per Arrival) potrebbe fare breccia nel cuore degli Academy per il suo adattamento, molto vicino all’epico romanzo di fantascienza di Frank Herbert da cui è tratta la pellicola. Nel cast spiccano Rebecca Ferguson, Timothée Chalamet, Jason Momoa, Josh Brolin, Oscar Isaac, Javier Bardem, Charlotte Rampling

Uscita U.S.A: ottobre 2021

Uscita Italia:  ?

dune

West Side Story

diretto da Steven Spielberg

Con la posticipazione dell’uscita al mese di dicembre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Il premio Oscar Steven Spielberg potrebbe essere uno dei protagonisti dell‘awards season 2020/21 grazie al remake di un noto cult movie West Side Story, uno dei musical più attesi della prossima stagione per via del suo script che pare allinearsi maggiormente al musical di Broadway che al film del 1961 vincitore di 10 premi Oscar tra cui miglior film e miglior regia. Tra i protagonisti spiccano Ansel Elgort (nominato ai Golden Globe per Baby Driver) e l’emergente Rachel Zegler

Uscita U.S.A: dicembre 2021

Uscita Italia: ?

West Side Story

The last duel

diretto da Ridley Scott

Con la posticipazione dell’uscita al mese di ottobre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Gli attori Matt Damon e Ben Affleck si riuniscono sul set del prossimo film del maestro Ridley Scott, The Last Duel, collaborando ancora una volta alla sceneggiatura dopo aver vinto nel lontano 1998 l’Oscar per il miglior script originale per il film Genio Ribelle. Al centro della vicenda un duello tra il cavaliere Jean de Carrouges e il suo scudiero, imposto dal re Carlo VI per mettere fine ad una disputa scoppiata tra i due. Nel cast si fanno notare anche il candidato all’Oscar Adam Driver e la star della serie tv Killig Eve, Jodie Comer.

Uscita U.S.A: 15 ottobre 2021

Uscita Italia:  ?

The-Last-Duel-set-photos-fb

Last Night in Soho

diretto da Edgard Wright

Con la posticipazione dell’uscita al mese di aprile 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Un horror psicologico a tinte forti lontano dai gusti tradizionali dell’Academy ma che in piena rivoluzione potrebbe invece iniziare a dare spazio a pellicole originali per la loro commistione di generi. Il precedente lavoro di Wright, Baby Driver, ha conquistato 3 nomination agli Oscar nelle categorie tecniche. Per quanto riguarda la trama di Last Night in Soho possiamo anticiparvi che ruota attorno ad una giovane fashion design, interpretata dalla rivelazione di Jojo Rabbit, Thomasin McKenzie (già vista in Leave No Trace di Debra Granik), che è misteriosamente in grado di viaggiare nel tempo. Talento che le consente di tornare piacevolmente negli anni 60′ con lo scopo di incontrare il suo idolo, ma niente è come aveva immaginato

Uscita U.S.A: ?

Uscita Italia: ?

thomasin mckenzie

King Richard

diretto da Reinaldo Marcus Green

Con la posticipazione dell’uscita al mese di novembre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Per il due volte candidato agli Oscar Will Smith arriva un biopic dal mondo del tennis. In tal senso in King Richard il protagonista è Richard Williams, nonchè padre delle due legende del tennis femminile mondiale, le sorelle Venus e Serena Williams. Il film si concentra sulla figura di quest’uomo e di come sia riuscito attraverso i suoi allenamenti ad instillare nelle sue figlie valori come rispetto e determinazione, trasformandole in campionesse.

Uscita U.S.A: 19 novembre 2021

Uscita Italia: 2021

richard-williams-will-smith

In the Heights – Sognando a New York

Con la posticipazione dell’uscita al 18 giugno 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Pellicola tratta dal famoso musical di Broadway di Lin-Manuel Miranda e Quiara Alegria Hudas, con protagonisti Anthony Ramos e Corey Hawkins e diretta dal regista di uno dei film di successo rivelazione del 2018 Crazy Rich Asians che ha sfiorato la nomination all’Oscar dopo la buona performance durante la Stagione dei Premi. In the Heights al centro della trama, ambientata nel quartiere ispanico di New York, c’è la storia d’amore tra un proprietario di bodega e una giovane studentessa travolti da una vincita alla lotteria che potrebbe trasformare i loro sogni in realtà.

Uscita U.S.A: 18 giugno 2021

Uscita Italia: ?

in the heights

Mob Girl

diretto da Paolo Sorrentino

Con la posticipazione dell’uscita al 31 dicembre 2021 la pellicola è fuori dai giochi per l’Awards Season 2020/2021

Dopo l’Oscar nel 2014 nella categoria Miglior film straniero con La Grande Bellezza e il successo internazionale della serie tv di successo The Young Pope con protagonista Jude Law, potrebbe arrivare per Sorrentino la possibilità di entrare nella competizione ufficiale per i prossimi Academy Awards complice il suo atteso lavoro americano, Mob Girl, con protagonista il premio Oscar Jennifer Lawrence. La trama ruota intorno alle vicende personali di una giovane madre che vive nell’East Side di New York che diventa suo malgrado una preziosa informatrice della mafia per l’FBI. La pellicola è tratta dal romanzo di Teresa Carpenter, Mob Girl: A Woman’s in the Underworld, ispirato alla vita di Arlyne Brickman.

Uscita U.S.A: ?

Uscita Italia: ?

Mob-Girl-di-Paolo-Sorrentino-con-Jennifer-Lawrence