Annunciate le nominations ai Gotham Independent Film Awards, i primissimi premi che inaugurano, almeno parzialmente, l’Awards Season, dato che includono solo pellicole indipendenti che hanno un budget inferiore ai 35 milioni di dollari. In tal senso il loro impatto sulla corsa agli Oscar è relativo dato che su 18 edizioni (in realtà in totale sono 30 ma solo a partire della 14esima è stato assegnato il premio per il miglior lungometraggio) solo 5 volte il vincitore del miglior film ha conquistato poi anche l’Oscar: The Hurt Locker (2009), Birdman (2013), Spotlight (2015), Moonlight (2016)Nomadland (2020)

In ogni caso però le loro candidature si rivelano interessanti perché ci permettono di capire quali sono i film indipendenti che possono entrare in lizza per gli Oscar. In siffatto contesto basti pensare che ben 11 dei vincitori del Gotham Award come Miglior Film hanno poi conquistato la nomination agli Oscar come miglior pellicola dell’anno: Sideways, Truman Capote: A sangue freddo, The Hurt Locker, Un gelido inverno, The Tree of Life, Birdman, Spotlight, Moonlight, Chiamami col tuo nomeNomadland, La figlia oscura. 

Senza dimenticare i premi onorari come i Performer Tribute che quest’anno saranno assegnati all’attrice Michelle Williams (The Fabelmans) e all’attore Adam Sandler (Hustle), oltre al premio al Miglior cast che sarà conferito al film Fire Island, la commedia romantica di Andrew Ahn ispirata a Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. In attesa di conoscere il riconoscimento per il miglior regista.

Le categorie dei Gotham Awards 2022 sono 8: Miglior film, Miglior documentario, Miglior film internazionale, Miglior interpretazione principale, Miglior interpretazione non protagonista, Miglior interpretazione rivelazione, Miglior sceneggiatura e Miglior esordio alla regia. 

Quali sono i candidati ai Gotham Independent Film Awards 2022?

A conquistare quest’anno il maggior numero di candidature è stato: l’applaudito progetto di Todd Field, TÁR, la sua discesa agli inferi nel mondo della musica classica, presentato con successo all’ultimo Festival di Venezia laddove la protagonista Cate Blanchett ha vinto la Coppa Volpi per la miglior attrice. Le nomination conquistate sono 5: miglior film, miglior script, miglior performance protagonista e ben 2 nella categoria supporter (Nina Hoss, Noémie Merlant).

Seguono con 3 candidature a testa 4 pellicole che hanno molte chance di lasciare il segno nella prossima Awards Season:

Aftersun, l’apprezzata opera prima della regista scozzese Charlotte Wells, prodotta dal regista americano Barry Jenkins e presentata con successo nella sezione Semaine de la Critique dell’ultimo Festival di Cannes, che ha conquistato la nomination nelle categorie miglior film, miglior performance protagonista (Paul Mescal) e miglior interpretazione rivelazione (Frankie Corio).

-il campione di incassi targato A24 Everything Everywhere All At Once (miglior film, miglior performance da protagonista (Michelle Yeoh) e miglior supporter (il favorito Ke Huy Quan). Si tratta di un’esplorazione originale sul mondo del multiverso, già vincitore di 7 Hollywood Critics Association Midseason Awards.

-la pellicola rivelazione di Elegance Bratton, The Inspection, (miglior regista esordiente e 2 nominations tra i supporter (Gabrielle Union, Raúl Castillo), che denuncia l’omofobia nel Corpo dei Marines.

-l’omonimo adattamento cinematografico di Miriam Toews, Women Talking di Sarah Polley (miglior script e 2 candidature nella categorie dei supporter (Jessie Buckley, Ben Whishaw), che però a sorpresa non ha ottenuto la nomination nella categoria miglior film, nonostante partisse come uno dei favoriti dopo essersi piazzato al 2° posto per il People Choice Award all’ultimo Toronto International Film Festival.

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

Tra i candidati della categoria del Miglior Film Internazionale spicca la prima sfida tra 3 titoli presentati dai rispettivi Paesi per la competizione ai prossimi Oscar. Stiamo parlando del favorito La donna del mistero di Park Chan-wook, in rappresentanza della Corea del Sud, vincitore del premio per la Miglior Regia all’ultimo Festival di Cannes, del candidato austriaco Corsage, recentemente vincitore del premio come Miglior Film al BFI London Film Festival E del candidato francese Saint Omer, vincitore del premio come miglior opera prima e del Gran premio della giuria all’ultimo Festival di Venezia.

Per conoscere i vincitori appuntamento al 28 novembre, serata nella quale verranno assegnati anche i Gotham Independent Film Awards onorari.

NOMINATIONS:

Best Feature 

Aftersun

Charlotte Wells, director; Adele Romanski, Amy Jackson, Barry Jenkins, Mark Ceryak, producers (A24)

The Cathedral

Ricky D’Ambrose, director; Graham Swon, producer (MUBI)

Dos Estaciones

Juan Pablo González, director; Ilana Coleman, Jamie Gonçalves, Bruna Haddad, Makena Buchanan, producers (Cinema Guild)

Everything Everywhere All At Once

Daniel Kwan, Daniel Scheinert, directors; Joe Russo, Anthony Russo, Mike Larocca, Daniel Kwan, Daniel Scheinert, Jonathan Wang, producers (A24)

Tár

Todd Field, director; Alexandra Milchan, Scott Lambert, Todd Field, producers (Focus Features)

Best Documentary Feature

All That Breathes

Shaunak Sen, director; Aman Mann, Shaunak Sen, Teddy Leifer producers (A Sideshow & Submarine Deluxe Release in Association with HBO Documentary Films) 

All the Beauty and the Bloodshed

Laura Poitras, director; Howard Gertler, John Lyons, Nan Goldin, Yoni Golijov, Laura Poitras, producers (NEON)

I Didn’t See You There

Reid Davenport, director; Keith Wilson, producer (RePort Media) 

The Territory

Alex Pritz, director; Alex Pritz, Darren Aronofsky, Sigrid Dyekjær, Will N. Miller, Gabriel Uchida, Lizzie Gillett, producers (National Geographic Documentary Films)

What We Leave Behind

Iliana Sosa, director; Emma D. Miller, Isidore Bethel, producers (ARRAY) 

Best International Feature

Athena

Romain Gavras, director; Romain Gavras, Charles-Marie Anthonioz, Mourad Belkeddar, Jean Duhamel, Nicolas Lhermitte, Ladj Ly, producers (Netflix)

The Banshees of Inisherin

Martin McDonagh, director; Graham Broadbent, Pete Czernin, Martin McDonagh, producers (Searchlight Pictures)

Corsage

Marie Kreutzer, director; Alexander Glehr, Johanna Scherz, Bernard Michaux, Jonas Dornbach, Janine Jackowski, Maren Ade, Jean-Christophe Reymond, producers (IFC Films)

Decision to Leave

Park Chan-wook, director and producer (MUBI)

Happening

Audrey Diwan, director; Edouard Weil, Alice Girard producers (IFC Films)

Saint Omer

Alice Diop, director; Toufik Ayadi, Christophe Barral, producers (Super LTD)

Bingham Ray Breakthrough Director Award

Charlotte Wells for Aftersun (A24)

Owen Kline for Funny Pages (A24)

Elegance Bratton for The Inspection (A24) 

Antoneta Alamat Kusijanovic for Murina (Kino Lorber)

Beth de Araújo for Soft & Quiet (Momentum Pictures / eOne)

Jane Schoenbrun for We’re All Going to the World’s Fair (Utopia)

Best Screenplay

After Yang, Kogonada (A24)

Armageddon Time, James Gray (Focus Features)

Catherine Called Birdy, Lena Dunham (Amazon Studios)

Tár, Todd Field (Focus Features)

Women Talking, Sarah Polley, based upon the book by Miriam Toews (United Artists Releasing / Orion Pictures)

Outstanding Lead Performance

Cate Blanchett in Tár (Focus Features)

Danielle Deadwyler in Till (United Artists Releasing / Orion Pictures)

Dale Dickey in A Love Song (Bleecker Street)

Colin Farrell in After Yang (A24)

Brendan Fraser in The Whale (A24)

Paul Mescal in Aftersun (A24)

Thandiwe Newton in God’s Country (IFC Films)

Aubrey Plaza in Emily the Criminal (Roadside Attractions and Vertical Entertainment)

Taylor Russell in Bones and All (United Artists Releasing / Metro Goldwyn Mayer Pictures)

Michelle Yeoh in Everything Everywhere All At Once (A24)

Outstanding Supporting Performance

Jessie Buckley in Women Talking (United Artists Releasing / Orion Pictures)

Raúl Castillo in The Inspection (A24)

Hong Chau in The Whale (A24)

Brian Tyree Henry in Causeway (Apple TV+)

Nina Hoss in Tár (Focus Features)

Noémie Merlant in Tár (Focus Features)

Ke Huy Quan in Everything Everywhere All At Once (A24)

Mark Rylance in Bones and All (United Artists Releasing / Metro Goldwyn Mayer Pictures)

Gabrielle Union in The Inspection (A24)

Ben Whishaw in Women Talking (United Artists Releasing / Orion Pictures)

Breakthrough Performer

Anna Cobb in We’re All Going to the World’s Fair (Utopia)

Frankie Corio in Aftersun (A24)

Anna Diop in Nanny (Amazon Studios and Blumhouse)

Gracija Filipovic in Murina (Kino Lorber)

Kali Reis in Catch the Fair One (IFC Films)

APPROFONDIMENTO