Rispetto alle primissime previsioni di Ottobre non cambia poi molto con Spielberg (The Fabelmans) che si conferma leader inseguito dall’apprezzato lavoro di Sarah Polley (Women Talking). Del resto le nomination finora annunciate offrono un’indicazione parziale della gara per gli Oscar visto che appartengono a premi settoriali (Saturn Award) o all’universo dei film indipendenti come i British Independent Film Awards e i Gotham Awards, quest’ultimi privi della categoria della miglior regia.

Per il resto tra i registi internazionali si consolida la triade Östlund (Triangle of Sadness), Iñárritu  (Bardo) e Chan-wook (La donna del mistero). In questo scenario l’unica vera novità è rappresentata dall’energica risalita di Gina Prince-Bythewood che per The Woman King potrebbe diventare la prima regista afro-americana a conquistare una nomination agli Oscar per la miglior regia dopo aver conquistato in paio di settimane due riconoscimenti prestigiosi: dall’ACE Golden Eddie Filmmaker of the Year Award assegnato dal sindacato dei montatori americani (American Cinema Editors) al Filmmaker Tribute ai Gotham Awards.

Per ora mi sento di escludere James Gray (Armageddon Time), Darren Aronofsky (The Whale), Chinonye Chukwu (Till), Joseph Kosinski (Top Gun: Maverick) ma potrebbero rientrare sotto l’effetto dei primi riconoscimenti che verranno assegnati all’inizio di dicembre e che daranno ufficialmente inizio all’attesa Stagione dei premi.

Lo scorso anno 4 registi su 5 che ho indicato nelle previsioni di novembre 2021 hanno ottenuto successivamente la nomination all’Oscar. 

Allora occhio la lista!

Quali registi hanno più chance di entrare nella corsa agli Oscar 2023 nella categoria Best Director?

12. Ruben Östlund (TRIANGLE OF SADNESS)

Previsioni OTTOBRE: 10°

Anche se retrocede rispetto alle previsioni precedenti, Ruben Östlund resta comunque tra i potenziali competitors per la “quota internazionale” complice il suo applaudito lavoro per la pellicola vincitrice della Palma d’oro all’ultimo Festival di Cannes, Triangle of Sadness con cui potrebbe ottenere la sua prima nomination all’Oscar per la miglior regia.

NOMINATIONS: Best Director (European Film Awards)

Oscar Story: nel 2018 il suo film The Square è stato candidato per la categoria Miglior film internazionale.

11. James Cameron (AVATAR: THE WAY OF WATER)

Previsioni OTTOBRE: 12°

La domanda è: l’attesissimo sequel di Avatar, destinato a dominare il box-office mondiale, può aiutare James Cameron a conquistare la sua terza candidatura agli Oscar nella categoria Miglior regia? Sulla carta ci sono tutte le condizioni per replicare l’epilogo del 2009 quando il primo capitolo conquistò 9 nominations agli Oscar, vincendo in 3 categorie tecniche (fotografia, scenografia, effetti speciali).

Oscar Story: ha vinto 3 Oscar per Titanic (miglior film, miglior regia, miglior montaggio) e ha conquistato altre 3 candidature per Avatar (miglior film, miglior regia, miglior montaggio).

10. Sam Mendes (EMPIRE OF LIGHT)

Previsioni OTTOBRE: 7°

Il suo ultimo lavoro, Empire of light, è stato particolarmente apprezzato dagli addetti del settore. A tal proposito ha conquistato due importanti premi onorari come il TIFF Ebert Director Award (Toronto International Film Festival) e lo Special Krzysztof Kieślowski (ENERGA CAMERIMAGE). Ciò nonostante retrocede nelle nostre previsioni a causa della forte spaccatura nella critica americana che ha puntato il dito non solo verso lo script ma anche in merito ad alcune scelte registiche non proprio originali.

Oscar Story: ha vinto l’Oscar per la miglior regia nel 2000 con il film American Beauty. Ha conquistato altre 3 nominations per il film 1917 (miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale).

9. Alejandro González Iñárritu (BARDO)

Previsioni OTTOBRE: 8°

Alejandro González Iñárritu è uno dei 3 registi “internazionali” che ha più chance di entrare in lizza per la candidatura. In tal senso ha tutte le carte in regola per ottenere la quarta nomination come miglior regista per il suo divisivo film BardoFalse Chronicle of a Handful of Truths presentato all’ultimo Festival di Venezia.

Oscar Story: ha vinto 5 Oscar (i 3 di Birdman tra cui produzione, regia, script oltre a quello per la miglior regia per The Revenant e quello speciale per Carne y Arena). Ha conquistato in totale 7 candidature considerando anche quelle ottenute nel 2007 per Babel tra cui miglior film e miglior regia.

8. Park Chan-wook (LA DONNA DEL MISTERO)

Previsioni OTTOBRE: 9°

Guadagna una preziosa posizione il maestro Park Chan-wook per l’apprezzata pellicola La donna del mistero con cui potrebbe ottenere la sua prima candidatura all’Oscar confermando le sue quotazioni dopo aver vinto il premio per la Miglior regia all’ultimo Festival di Cannes. Il sempre più crescente consenso verso il suo film, già candidato sia ai British Independent Film Awards che ai Gotham Awards potrebbe fare da traino alla sua candidatura nella cinquina per la miglior regia.

7. The Daniels (EVERYTHING EVERYWHERE ALL AT ONCE)

Previsioni OTTOBRE: 6°

La candidatura del duo di registi e sceneggiatori, formato da Daniel Kwan e Daniel Scheinert, conosciuti come The Daniels, è a portata di mano considerando il grande successo di critica e pubblico conquistato dalla loro “commedia di fantascienza” Everything Everywhere All at Once, ad oggi il film di A24 con il maggior incasso di tutti i tempi. I premi finora conquistati (3 Saturn Awards, 7 Hollywood Critics Association Midseason Awards) oltre alla nomination ai BIFA come Miglior film internazionale, a 3 Gotham Awards e a 3 Hollywood Music in Media Awards la dicono lunga sul loro potenziale in vista dei premi chiave dell’Awards Season. Gli Academy sono pronti per candidare un duo di registi?

NOMINATIONS: Hollywood Critics Association Midseason Film Awards

6. Gina Prince-Bythewood (THE WOMAN KING)

Previsioni OTTOBRE: 15°

La vera novità di queste nuove previsioni è rappresentata dal poderoso balzo in avanti di Gina Prince-Bythewood che per The Woman King diventerebbe la prima regista afro-americana a conquistare la nomination all’Oscar nella categoria Miglior Regia. Le voci iniziano a circolare non solo dopo il premio onorario che riceverà ai Gotham Awards ma soprattutto dopo l’annuncio dell’ACE Golden Eddie Filmmaker of the Year Award assegnato dal sindacato dei montatori americani (American Cinema Editors) segnale del sempre più crescente apprezzamento dagli addetti del settore.

5. Damien Chazelle (BABYLON)

Previsioni OTTOBRE: 3°

Anche se perde qualche posizione rispetto alle previsioni precedenti, l‘enfant prodige del cinema americano, Damien Chazelle, ha tutte le carte in regola per conquistare la sua seconda nomination nella categoria Miglior regia dopo aver vinto l’ambita statuetta nel 2017 con il meraviglioso La La Land. Quest’anno l’occasione è offerta dall’attesissimo Babylon, considerato un omaggio al lato oscuro dell’età d’oro di Hollywood.

Oscar Story: ha conquistato in totale 3 nominations. La prima nel 2015 per l’adattamento di Whiplash, e le altre due per La La Land (miglior script, e quella vincente per la miglior regia).

<> the Washington, DC premiere of the motion picture, “First Man,” at the National Air and Space Museum on October 4, 2018 in Washington, DC.

4. Todd Field (TAR)

Previsioni OTTOBRE: 4°

Resta stabile nelle quotazioni Todd Field che si prepara a conquistare la prima candidatura agli Oscar della sua carriera come miglior regista, dopo averne ottenute 3 ma come sceneggiatore e produttore. Tutto merito del suo incredibile lavoro nel film TAR, nominato a 5 Gotham Awards e presentato tra gli applausi all’ultimo Festival di Venezia, laddove la sua protagonista (Cate Blanchett) ha vinto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile.

Oscar Story: ha conquistato 3 candidature. Le prime 2 nel 2002 per In the Bedroom (miglior script, miglior film), la terza nel 2007 per Little Children (miglior sceneggiatura non originale).

3. Martin McDonagh (GLI SPIRITI DELL’ISOLA)

Previsioni OTTOBRE: 5°

Salgono le quotazioni per Martin McDonagh grazie al crescente apprezzamento verso il suo ultimo film, Gli spiriti dell’isola, presentato con successo all’ultimo Festival di Venezia laddove ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura oltre a quello per il miglior attore assegnato a Colin Farrell. Nel frattempo infatti questa pellicola oltre alla candidatura ai Gotham Awards e agli Hollywood Music in Media Awards, ha conquistato anche il Premio del Pubblico a due festival pre – awards season come il San Diego International Film Festival e il Mill Valley Film Festival.

Oscar Story: ha conquistato 4 nomination in categorie diverse. Nel 2008 per Tre manifesti e Ebbing, Missouri quella per il miglior film e la miglior sceneggiatura, nel 2009 per il miglior script del film In Bruges e quella nel 2006 per il Best Short Film, Live Action per Six Shooter.

2. Sarah Polley (WOMEN TALKING)

Previsioni OTTOBRE: 2°

Resta salda in seconda posizione Sarah Polley che per Women Talking non dovrebbe avere problemi ad ottenere la sua prima nomination agli Oscar come Miglior regia, dopo aver conquistato non solo il Silver Medallion Tribute all’ultimo Telluride Film Festival ma anche un premio onorario ai Palm Springs International Film Awards, il Director of the Year, riconoscimento con cui lo scorso anno Jane Campion iniziò la sua strada verso l’Oscar per la Miglior regia.

Oscar Story: ha già al suo attivo 1 candidatura ottenuta nel 2008 per il miglior adattamento per il film Lontano da lei.

1. Steven Spielberg (THE FABELMANS)

Previsioni OTTOBRE: 1°

Sulla carta Steven Spielberg si conferma il leader di quest’anno per la categoria Miglior regia dopo il suo passaggio trionfale all’ultimo Toronto International Film Festival laddove il suo film The Fabelmans ha vinto l’ambito People’s Choice Award. Si tratterebbe della sua decima nomination agli Oscar come miglior regista per un totale di 20 candidature in assoluto comprese anche quelle come produttore.

Oscar Story: Ha al suo attivo 4 Oscar. 1 come miglior regista per Salvate il soldato Ryan (1999), 2 per Schindler’s List nel 1994 (film e regia) e l‘Irving G. Thalberg Memorial Award nel 1987.

APPROFONDIMENTO